QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Imposte comunali: la Cgil Valle Camonica scrive ai sindaci e chiede aiuto per il calcolo e compilazione

mercoledì, 4 giugno 2014

Breno – Caccia ai Caaf. Sono centinaia i camuni che si stanno rivolgendo ai Caaf per chiedere assistenza con la Tasi. La Cgil della Valle Camonica ha inviato una lettera per chiedere ai Comuni che hanno deliberato la scadenza del pagamento di organizzare anche il servizio per i loro utenti e, se impossibilitati, che almeno deliberino la proroga, per consentire alle famiglie ‘di assolvere al dovere di contribuenti’, si legge nella lettera, ‘permettendogli di pagare al di fuori dei termini fissati, senza che siano fatte gravare le sanzioni che dovrebbeimu tassa spaventa italianiro, caso mai, essere applicate a chi ha causato questa assurda situazione’.

La legge di stabilità prevedeva che il calcolo e la compilazione fossero a carico dei municipi, ma così non è stato e le conseguenze – si legge nella missiva della Cgil Valle Camonica <sono state scaricate sui cittadini>. Per la Cgil di Vallecamonica <i Comuni devono prima di tutto organizzare al meglio l’attività di propria competenza e, se proprio non riescono, almeno prorogare oltre giugno. I Caaf, non riescono infatti a potenziare l’attività per soddisfare sui due piedi il carico del lavoro che si è generato per il calcolo della Tasi-Imu>.

Il Comune di Darfo Boario Terme ( come scritto ieri ndr.) conferma la proroga di un mese per il versamento della Imposta unica comunale: Imu, Tasi e Tari, infatti, stanno mettendo a dura prova le forze dei funzionari dell’ufficio tributi e, per evitare malcontenti e ritardi, l’Amministrazione comunale ha deciso di correre ai ripari.

I contribuenti potranno pagare la nuova imposta che scade a metà giugno potranno versarla entro il 16 luglio. La decisione è stata presa pochi giorni dopo la delibera del Consiglio comunale che aveva confermato scadenze ed aliquote dei nuovi tributi: ma la corsa agli uffici comunali ha visto crearsi le solite code e qualche malcontento che ha convinto i funzionari a posticipare di un mese il pagamento. Senza sovratassa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136