QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il Trentino ringrazia Napolitano. Rossi: “E’ stata una guida preziosa”. Panizza: “Grazie presidente”

mercoledì, 14 gennaio 2015

Trento – Il Trentino saluta Napolitano, dopo le dimissioni rassegnate in mattinata. ”Il Presidente Giorgio Napolitano in questi anni è stata una guida preziosa per l’Italia. E’ stato il Presidente degli italiani, di tutti gli italiani, ma anche un Presidente che ha dimostrato di avere compreso il valore delle autonomie regionali ed in particolare dell’Autonomia del Trentino Alto Adige.

Il Trentino lo saluta con affetto e riconoscenza”. Questo il commento del Presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi  (nella foto sotto) in questa giornata che segna l’addio del Presidente Napolitano al Quirinale. ”In questi anni difficili il Presidente Napolitano ha operato con grande responsabilità e senso delle istituzioni – sottolinea ancora Rossi – rappresentando una garanzia sicura per tutti coloro che si riconoscono nei principi della Costituzione, compresi quelli che sanciscono la specialità della nostra Autonomia.

Mi piace ricordare le sue parole, pronunciate un paio di anni fa nel corso di unaproclamazione degli elettiUgo Rossi presidentevisita istituzionale nella nostra regione, per il quarantennale del Secondo Statuto: il riconoscimento e la valorizzazione delle autonomie regionali e locali, così come la tutela delle minoranze etniche e linguistiche sono principi fondamentali sanciti nella Costituzione italiana insieme con quello dell’unità e indivisibilità della Repubblica.

L’auspicio che possiamo formulare è che anche il successore del Presidente Napolitano possa fare sue queste parole, sicura garanzia per il prosieguo di un cammino comune all’insegna della pace, del dialogo, della capacità di leggere le sfide del presente in maniera innovativa”.

Anche il PATT ha preso posizione e salutato l’ex inquilino del Quirinale. “Giorgio Napolitano ha rappresentato un punto di tenuta ineguagliabile all’interno di una crisi economica e delle istituzioni senza precedenti nella storia repubblicana, dimostrandosi tra l’altro sempre attento e sensibile alle istanze delle autonomie speciali”, commenta il segretario politico del PATT, senatore Franco Panizza (nella foto sotto).”Restano indelebili nella mia memoria le sue parole al Parlamento nel giorno della sua seconda elezione, quando con un discorso di straordinaria caratura, sferzò l’intera classe politica richiamandola al proprio ruolo di servizio per il bene del Paese. Così come non dimenticherò due delle occasioni in cui ho avuto modo d’incontrarlo: a L’Aquila, in occasione del concerto per l’inaugurazione dell’Auditorium progettato da Renzo Piano, cui prendevano parte delle bande del Trentino.

E durante le consultazioni che portarono alla nascita del Governo Letta, in cui con il viceministro Nencini, fummo ricevuti come Gruppo per le Autonomie.In entrambi i casi, ricordo una persona estremamente cordiale, che sapeva mettere a proprio agio i suoi interlocutori e ascoltarli con grande attenzione”. “È stato – insiste Panizza – un vero uomo delle Istituzioni, dimostrando un’impareggiabile generosità nel momento in cui ha accettato di svolgere un secondo mandato, pur avendo compiuto 88 anni.

E, in questi anni, ha pungolato la politica con rigore, lucidità e sempre nel pieno rispetto delle sue funzioni, per dare al Paese le risposte di cui ha bisogno. A nome di tutto il Partito Autonomista Trentino Tirolese esprimo tutta la gratitudine e il più sentito ringraziamento a Giorgio Napolitano. Non sarà semplice trovare una figura in grado di sostituirlo. L’Italia ha bisogno di un Presidente con identica caratura e che sappia cogliere l’importanza delle esperienze aFranco Panizza 1utonomistiche. Il nostro auspicio è che si lavori in questa direzione, per dare al Paese un Presidente in grado di accompagnarlo nelle sfide che ancora ci attendono”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136