QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Il Soccorso Alpino Bresciano prepara i propri tecnici per interventi in “Forra”

sabato, 18 aprile 2015

Anfo – Oggi il corso di formazione a Edolo, ieri l’esercitazione ad Anfo. Prosegue il programma di esercitazioni organizzato dalla V Delegazione Bresciana del CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) per i propri iscritti: ieri ad Anfo, nella zona del lago d’Idro, è stata realizzata la prima uscita della stagione per la squadra Forre.

Sei i partecipanti, che hanno testato a fondo per la prima volta un’area situata nel proprio territorio di competenza, mettendo in atto una serie di procedure di movimentazione, finalizzate a un ripasso generale delle manovre da effettuare in caso di intervento reale. Il tempo non è stato favorevole a causa della pioggia ma questo non ha impedito l’esito positivo della giornata, durante la quale sono anche state testate delle speciali mute stagne, a cui sono state apportate delle modifiche strutturali per essere meglio adattate a quel particolare tipo di contesto. L’ambito del canyoning rientra fra le competenze di soccorso del CNSAS; sono sempre di più le persone, fra turisti e residenti, che praticano questo tipo di sport. Le competenze sono utili anche in caso di recupero di persone bloccate o cadute in modo accidentale in un torrente o in una forra, in quanto si tratta di situazioni ambientali molto diffuse in provincia di Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136