QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Provincia di Trento: rilancio dell’economia montana e un nuovo piano casa

martedì, 28 maggio 2013

Trento – Un piano straordinario è stato deciso dalla Provincia per rilanciare l’economia. Particolare attenzione verso le zone montare per sostenere le diverse iniziative in chiave locale,con realizzazione o ristrutturazioe di case. Di questo si è discusso ieri sera nella sede della Cassa Rurale di Ravina. “La vostra risposta all’iniziativa della Cassa rurale mi porta a sottolineare da una parte la bontà della proposta, dall’altra a ribadire, ancora una volta, come sia più che mai necessario, in un momento particolare quale è quello che stiamo attraversando, il concorso di tutti”, sostiene Ugo Rossi, assessore provinciale alla salute e alle politiche sociali. imu tassa spaventa italianiIl tema affrontato nell’incontro organizzato dalla Cassa Rurale di Aldeno e Cadine – presso il Centro Demattè – è stato ”Incentivi sulla casa e rilancio dell’economia”. Un appuntamento che la Rurale – rappresentata dal presidente Luigi Baldo e dal direttore Pio Zanella – ha voluto dedicare alla presentazione delle nuove misure attivate  dalla Provincia autonoma di Trento per fronteggiare la crisi, favorire l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa e rilanciare l’economia. A Luca Comper, dirigente del Servizio politiche sociali e a Tamara Gasperi, direttore dell’Ufficio politiche per la casa, il compito di entrare nei

dettagli tecnici dei provvedimenti, a partire dalla considerazione che dal prossimo 3 giugno, presso le Comunità e gli uffici comunali del Trentino, sarà possibile presentare le domande per la  ristrutturazione, oltre che avere ulteriori informazioni se non già trovate
sul portale della Provincia. Al presidente e direttore della Cassa Rurale la presentazione delle iniziative promosse negli stessi ambiti e che significativamente si affiancano a quel che fa l’ente pubblico.

Sono tutti  interventi – ha ricordato ancora l’assessore Rossi – “che possono aiutare a rimettere in moto il volano dell’economia e per i quali c’è la necessità di  una grande consapevolezza di tutto il sistema economico e bancario. Occorre puntare, nel settore edilizio così importante e così segnato dalla difficile congiuntura, alle 3 R (rinnovare, ridisegnare, ricostruire) – e ad un cammino che deve vedere assieme Provincia, imprese e banche. In Trentino possiamo contare su un sistema bancario naturalmente orientato a sostenere questo tipo di interventi e proprio le Rurali, in questa logica, lavorando assieme, possono farci guardare con maggiore tranquillità al futuro”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136