QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il presidente Ugo Rossi inaugura in Paganella i due nuovi rifugi Meriz e Dosson

lunedì, 16 marzo 2015

Fai della Paganella – La novità della stagione per la Ski Area Paganella, che può contare su 50 chilometri di piste molto ampie, disposte lungo 1.100 metri di dislivello, e su un sistema d’innevamento programmato che copre il 100% dei tracciati, è stata la costruzione e l’apertura in tempo record di due nuovi rifugi, che arricchiscono l’offerta turistica di un cofai paganella rossimprensorio già all’avanguardia.

Seppure a stagione già inoltrata nei giorni scorsi le due nuove strutture sono state inaugurate ufficialmente dalla società Paganella Rifugi Srl alla presenza di numerose autorità politiche e amministrative. A tagliare il nastro c’erano infatti il presidente della Giunta Provinciale Ugo Rossi, l’assessore all’agricoltura, foreste, turismo e promozione, caccia e pesca Michele Dallapiccola, nonché alcuni consiglieri provinciali come Pietro De Godenz, Giuseppe Detomas, Walter Viola e Luca Zeni, oltre ai referenti di tante società impiantisti che trentine.

A fare gli onori di casa il presidente di Paganella Rifugi Srl Giuliano Bottamedi, assieme al presidente del Consorzio Paganella Ski Gianmaria Toscana e al presidente di Paganella 2001 Eduino Grabielli, che hanno tenuto a battesimo i due nuovi rifugi Meriz e Dosson.

«In un momento particolarmente difficile – ha commentato il presidente della giunta provinciale Ugo Rossi – è da premiare la dinamicità e la forza di un territorio come quello della Paganella, che ha deciso di investire in maniera importante per sviluppare la propria offerta turistica. Settore che è uno dei punti di forza della nostra economia e che deve essere sostenuto e valorizzato sempre di più, grazie anche ad iniziative come questa che fra l’altro eccelgono per la capacità di fare rete e sinergia fra le varie realtà economiche dell’altopiano».

I RIFUGI MERIZ E DOSSON
Sono due rifugi dall’aspetto tipicamente montano e dotati di stube, in grado di offrire un’ulteriore ghiotta opportunità in più per chi desidera passare le proprie vacanze su neve all’ombra delle Dolomiti di Brenta.

Il Rifugio Meriz si trova a 1447 mt di altezza, alla base del Campo Scuola Rolly Marchi, e ci si arriva dalla seggiovia quadriposto che sale da Fai della Paganella. Punto di arrivo delle piste Dosso Larici e Nuvola Rossa, nonché punto di partenza della pista La Rocca, offre ben 200 posti a sedere. Il servizio al tavolo e il tipico stube accolgono e coccolano gli ospiti con tutto il comfort e il calore che ci vuole dopo una mattinata passata sugli sci, mentre il bistrò all’esterno con ampia terrazza offre l’opportunità di godersi il sole gustandosi al contempo le specialità trentine in menù. All’esterno è presente un parco con gonfiabili per i bambini, curato da personale esperto e in grado di occuparsi dei piccoli mentre i genitori sciano.

Il Rifugio Dosson invece è situato a 1480 mt di fronte al costone della pista più spettacolare della Paganella, ovvero l’Olimpionica 2, che ha visto e vedrà alla prova le più celebri star dello sci alpino nel corso dell’Alpine Rockfest. Raggiungibile con la cabinovia che sale dal centro di Andalo, con i suoi 250 posti a sedere permette di mangiare all’interno e all’esterno, con servizio al tavolo o self service. Lo stube in legno e la gustosa cucina tipica possono rendere uniche e affascinanti le pause pranzo passate al Dosson. Punti di forza del rifugio sono certamente la vicinanza allo snowpark e al parco divertimenti del circuito Paganella Kinder Club, che offrono molteplici possibilità di divertimento in un unica località. A queste poi si aggiungono l’asilo neve e la saletta riservata per i pasti dei più piccoli.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136