QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Il presidente Ugo Rossi in visita alla cooperativa Alpi

lunedì, 11 novembre 2013

Trento - Un set completo di guanti da lavoro, composto di diversi modelli, uno per ogni genere di lavorazione: un regalo simbolico quello ricevuto dal nuovo presidente della Provincia Ugo Rossi, nell’ambito della sua visita stamani alla cooperativa sociale A.l.p.i. , affinché scelga di volta in volta i migliori strumenti per far fronte alle diverse situazioni. Scelta simbolica anche quella del primo appuntamento istituzionale con il quale iniziare il mandato presidenziale, da parte di Rossi: la cooperativa, appartenente al consorzio Con.Solida, si occupa infatti di solidarietà, lavoro e giovani.

L’ACCOGLIENZA

Ad accogliere Rossi il presidente di Con.Solida Mariano Failoni e il presidente della Federazione della proclamazione degli elettiUgo Rossi presidenteCooperazione Diego Schelfi. “Molto bello e positivo essere qui stamani – ha detto il presidente della Provincia – anzitutto perché siamo in un ambiente che utilizza il lavoro come strumento per ridare speranza e dignità a persone che vivono una situazione di svantaggio. Qui vediamo emergere un’idea di lavoro che ci piace veramente, come di un’attività che serve sì a produrre beni o servizi ma che crea anche coesione sociale”. Schelfi a sua volta ha detto di essere molto contento della scelta operata da Rossi per iniziare questa sua prima giornata di lavoro nelle vesti di presidente. “Negli ultimi tempi – ha detto – si è parlato molto del futuro della cooperazione. Qui diamo un bel segnale. Anche perché a cooperazione è in ogni settore dell’economia e della società trentine: è nell’agricoltura, nel commercio, nella sanità nel welfare”.

 IL MESSAGGIO

La giornata del neo-presidente Rossi è iniziata presto stamani con una serie di telefonate istituzionali. Alle 7.30 il saluto del presidente altoatesino Luis Durnwalder subito seguito dal colloquio con il suo successore, Arno Kompatscher. E’ stata poi la volta del capitano del Tirolo, Guenther Platter, con il quale Rossi si è intrattenuto soprattutto per rilanciare l’impegno per rafforzare ulteriormente la cooperazione tra i tre territori del Tirolo storico. “Uno dei punti strategici del nostro programma – ha ricordato Rossi – riguarda proprio le lingue e per l’apprendimento del tedesco conto sul vostro aiuto”.

PRIMO INCONTRO

Quindi il primo incontro in agenda, dedicato ai giovani, al lavoro e al sociale, presso la sede della cooperativa A.l.p.i., in via Ragazzi del 99 a Trento. Una scelta dal valore simbolico, come dicevamo, quella del presidente Rossi che ha voluto onorare un impegno preso durante la campagna elettorale, quando la cooperativa invitò diversi candidati a prestare qualche ora di lavoro proprio a stretto contatto con gli operatori A.l.p.i. Questa realtà offre infatti opportunità di lavoro a persone, prevalentemente giovani, che vivono una situazione di svantaggio personale e/o sociale. In un percorso a tappe graduali la cooperativa consente alla persona la possibilità di avvicinarsi progressivamente al mondo del lavoro, secondo gli obiettivi di un progetto individualizzato.
A.l.p.i. aderisce a Con. Solida, il consorzio della cooperazione sociale trentina, che rappresenta la più grande rete di cooperative sociali a livello nazionale. In Trentino le cooperative del Consorzio creano occupazione per più di 4.000 persone.
“Ribadisco l’impegno della Provincia nei confronti della crescita economica – ha detto Rossi – , della competitività, della capacità di far bene le cose. Assieme a questo, riserveremo una grande attenzione al tema del lavoro, alle difficoltà nel trovarlo e a volte anche nel mantenerlo. Nel programma abbiamo scritto che questa tensione a fare impresa, ad ottenere anche il giusto successo, la giusta gratificazione, deve accompagnarsi alla coesione sociale, all’equità, alla capacità di assicurare i diritti legittimi anche a chi magari ha incontrato delle difficoltà lungo il suo percorso. Questa cooperativa, che ho avuto modo di conoscere come tante altre quando ero assessore alla salute e welfare, mi sembra esemplifichi al meglio quello che sarà il nostro modo di agire nei prossimi giorni. Grazie perciò per quanto avete fatto in questi anni. Confrontandomi con realtà come questa mi sento cresciuto sia umanamente che professionalmente. Firmerò oggi il decreto con cui si avvia la nuova Giunta. Ma posso dire fin d’ora che la cooperazione sociale e il volontariato saranno sempre al centro del nostro impegno”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136