QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il PATT ringrazia Letta e chiede a Renzi attenzione all’Autonomia

venerdì, 14 febbraio 2014

Trento – Il Partito Autonomista Trentino Tirolese (PATT) ringrazia Enrico Letta per essere stato un Presidente attento e leale rispetto alle questioni dell’autonomia. “Enrico Letta – si legge nel documento del PATT  ha assunto la guida del Paese in una fase tempestosa, tra crisi economica e credibilità delle politica e delle istituzioni ai minimi storici. Grazie al suo operato, il Paese è stato definitivamente messo al riparo dai rischi relativi alla sua tenuta, che solo fino a due anni fa incombevano minacciosi. Anche sul terreno del rilancio, alcune misure hanno avuto il nostro apprezzamento mentre su altre – come abbiamo avuto modo di sottolineare – ci voleva più decisione e coraggio”. “Adesso – aggiunge il senatore Franco Panizza – si apre una pagina nuova: il prossimo esecutivFranco Panizza 1o dovrà mettere al centro misure in grado di impattare in maniera molto forte sul tessuto sociale e economico per salire davvero sul treno della ripresa economica. L’altra priorità sono le riforme istituzionali, a cominciare dall’abolizione del bicameralismo perfetto, per rendere i processi decisionali più rapidi ed efficaci e per ridurre i costi della politica.

Da Renzi che nel corso di un incontro avvenuto con il segretario politico Franco Panizza, ha confermato “pienamente l’accordo politico stipulato dal PD con il PATT e la SVP per la difesa e la valorizzazione delle autonomie speciali, ci aspettiamo un programma coerente con gli impegni del Governo uscente, che non presti cioè il fianco a tentazioni neocentraliste, ma che punti a una forte valorizzazione dei territori e delle loro responsabilità e capacità d’autogoverno. Se questa sarà la traccia di lavoro del prossimo esecutivo, le premesse per il bene del Paese e delle autonomie speciali saranno sicuramente positive”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136