QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il nuovo Capo dello Stato è Mattarella. Eletto nel 2001 deputato in Trentino Alto Adige. Le reazioni di PATT, UPT e Ugo Rossi

sabato, 31 gennaio 2015

Trento – Il nuovo Presidente della Repubblica è Sergio Mattarella. E’ stato eletto con 665 voti, il quorum alla quarta votazione era di 505 voti.  Il nuovo Capo dello Stato era stato eletto nel 2001 alla Camera dei Deputati in Trentino Alto Adige nelle fila del gruppo Margherita-Partito Popolare.

E i commenti alla sua elezione non sono mancati da parete di parlamentari e rappresentanti delle istituzioni locali.

Senatore Franco Panizza (PATT) Mattarella 1

«A nome del Partito Autonomista Trentino Tirolese, esprimo soddisfazione per l’elezione di Sergio Mattarella a Presidente della Repubblica, che abbiamo convintamente votato assieme ai grandi elettori delle nostre autonomie, Chiara Avanzo e Thomas Widmann. Siamo certi che saprà rappresentare gli interessi del Paese ed operare per la sua crescita e per il suo bene.»

Lo dice il senatore e segretario politico del PATT, Franco Panizza: “Mattarella è un Presidente che conosce bene le autonomie. Non a caso lo avevamo inserito nella terna di nomi che avevamo indicato al Presidente Renzi nell’ambito delle consultazioni con le forze autonomiste”. “Si tratta in sostanza – precisa Panizza, – di una figura autorevole che conosce la storia della nostra terra e ne riconosce il suo valore, di vicenda storica e politica che ha saputo rendere la diversità una ricchezza. Abbiamo fiducia che Mattarella saprà richiamare, come ha fatto Napolitano, oggi orgogliosamente componente del Gruppo per le Autonomie, le forze politiche e sociali nel mettere da parte le posizioni ideologiche, gli interessi corporativi e quella frammentarietà che troppo spesso hanno rappresentato un ostacolo insormontabile rispetto all’interesse generale e a quello dei territori”.

“Per questo noi crediamo sia stata compiuta una scelta importante – prosegue Panizza. – Ne va dato atto al Presidente Renzi, che ha recepito le nostre indicazioni e a tutte le forze politiche che hanno sostenuto la candidatura di Mattarella. Oggi si è scritta una pagina determinante per la tenuta di un sistema politico troppo spesso litigioso e frammentato, una pagina che ci auguriamo contribuirà a dare respiro ai pur timidi segnali di ripresa, a rilanciare la sfida dell’Expo di Milano, a portare a compimento la stagione delle riforme necessarie per portare il Paese fuori dalla crisi.A nome dell’intera comunità del Partito Autonomista Trentino Tirolese porgo al Presidente Mattarella i più sinceri e sentiti auguri di buon lavoro”. 

Senatore Vittorio Fravezzi (UPT) 
“Mattarella sarà un ottimo garante della Costituzione e degli equilibri nei rapporti tra i poteri dello Stato. Esprimiamo grande soddisfazione per l’elezione di Sergio Mattarella a nuovo Presidente della Repubblica. Si tratta di un una figura di alta caratura con un forte profilo istituzionale che conosce bene le complesse dinamiche parlamentari, il che favorirà il proseguimento di quel processo, avviato in questa legislatura, di modernizzazione del Paese e di riforme economiche e sociali. Inoltre, Mattarella, eletto nelle politiche del 2001 nella Regione Trentino Alto Adige/Südtirol, conosce bene il nostro territorio e sarà certamente un garante delle peculiarità delle Autonomie Speciali”. “Mattarella è un uomo di grande rettitudine, lealtà e correttezza, – conclude Fravezzi.- – Sarà un ottimo garante della Costituzione e degli equilibri nei rapporti tra i poteri dello Stato”.

 Ugo Rossi, Presidente della Provincia autonoma di Trento 

Il Presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi si congratula con Sergio Mattarella per la sua nomina a Presidente della Repubblica. Nel rivolgere al Presidente Mattarella i suoi migliori auguri di buon lavoro, Rossi esprime ” l’auspicio che questa decisione possa accompagnare nel migliore dei modi l’impegnativo processo di rinnovamento che l’Italia sta attraversando, valorizzando al tempo stesso il ruolo e le prerogative delle Autonomie speciali”.

Arno Kompatscher, Presidente della Provincia autonoma di Bolzano 
Nel suo primo commento dopo l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, Arno Kompatscher si congratula con il Capo dello Stato e sottolinea che con Sergio Mattarella sale al Quirinale “una personalità di alto profilo istituzionale – come figura politica prima e giudice della Consulta poi – che nelle alte cariche rivestite ha sempre dato prova di equilibrio, coerenza e grande apertura nei rapporti con le autonomie. Ritengo che con questa scelta le aspettative dei cittadini non siano andate deluse e che la classe politica abbia dimostrato una seria assunzione di responsabilità”.

Del neopresidente Mattarella si sottolineano i contatti politici avuti sin dalla fine degli anni Ottanta con la Provincia di Bolzano e la sua conoscenza della realtà particolare dell’Alto Adige, collegio dove venne eletto deputato nel 2001.

Relazioni sempre improntate al dialogo, soprattutto negli incontri istituzionali in veste di Ministro dell’istruzione e di Ministro della Difesa. Kompatscher formula i migliori auguri al nuovo Capo dello Stato anche a nome della Giunta provinciale e in rappresentanza della comunità altoatesina.

“In una situazione che rimane difficile a livello nazionale e internazionale, confidiamo che con la sua autorevolezza il Presidente della Repubblica possa aiutare a ritrovare speranza nel futuro e credibilità nelle istituzioni e possa contribuire a consolidare i valori di pace e progresso civile in Italia, in Europa e nel mondo”.

 Chiara Avanzo, presidente Consiglio Regione autonoma Trentino Alto Adige 
“L’elezione di Sergio Mattarella è un risultato importante per la nostra Repubblica e per la nostra Regione. Sono convinta che saprà davvero essere un garante della Costituzione e della legalità e sono certa che saprà farsi anche interprete delle peculiarità della nostra specialità. “Il suo percorso istituzionale e la sua storia personale parlano di un uomo che ha saputo incarnare nel passato quei valori che sono alla base della nostra Costituzione, una carta che, a quasi settant’anni dalla sua promulgazione, ha ancora un valore eccezionale, grazie alla capacità ed alla lungimiranza dei nostri padri costituenti, tra cui il mio conterraneo Alcide De Gasperi, la cui impronta ho potuto ritrovare qui a Roma. Auguro al Presidente Mattarella di poter lavorare serenamente per tutto il Paese, con l’auspicio che possa presto venire a farci visita in Trentino-Alto Adige/Südtirol”, è il commento di Chiara Avanzo, presidente del Consiglio regionale e delegata regionale, nel congratularsi con il neo eletto Presidente della Repubblica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136