QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il Ministero vuol tagliare le sedi della Polstrada di Iseo e Salò

sabato, 1 marzo 2014

Iseo – Un fulmine a ciel sereno: i presidi della Polizia Stradale di Iseo  e Salò saranno soppressi. Il piano messo a punto al Ministero dell’Interno sarà presto al vaglio del questore e prefetto di Brescia, ma ha già scatenato reazioni.

402987_3135_big_2012-polizia-stradale-pattuglia-autostrada-1

La notizia anticipata dalle organizzazioni sindacali ha del clamoroso per il territorio bresciano che subirà la spending review con due tagli: saranno infatti soppresse le sedi della Polizia Stradale di Iseo e Salò. Nelle intenzioni del Ministero il piano dovrebbe scattare dopo l’estate. La situazione secondo le organizzazioni sindacali di polizia è grave e il sindacato di polizia Ugl (Unione generale del lavoro) ha già avviato una serie di iniziative per contrastare la decisione. Il rischio è che il distaccamento della Polizia Stradale di Darfo Boario Terme debba seguire una vasta area, tutta la Valle Camonica fino a Brescia, mentre la sede di Desenzano debba prendersi cura di tutta la zona del lago, oltre all’attuale competenze territoriale, fino a Riva del Garda. Le organizzazioni sindacali hanno già chiesto l’interno delle amministrazioni locali, in particolare Salò e Iseo, per contrastare il piano del Ministero. 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136