QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il Ministero ai trasporti cancella gli Speed check: non sono omologabili. Pronta la controffensiva dei sindaci

lunedì, 24 marzo 2014

Pinzolo –  Gli speed check fuorilegge. Il Ministero ai Trasporti ha preso una decisione e gli autovelox camuffati, di vari colori da arancioni a verdi per arrivare all’azzurro, posizionati a lato delle strade, potrebbero avere le settimane contate. Secondo il Ministero ai Trasporti “non sono inquadrabili in alcuna delle categorie di dispositivo o segnaletiche previste dal vigente Codice della Strada”, in ogni caso non sono né omologabili né soggetti all’autorizzazione.

Speed check

Sono sorti come funghi in Trentino, Lombardia e in altre regioni d’Italia e migliaia sono le multe inflitte agli automobilisti. Si tratta di finti autovelox dislocati sulle principali strade, in particolare Valsugana, Basso Sarco, Val di Fiemme, Val Rendena quindi Valle Sabbia, ma anche Val di Sole e Valle Camonica. Adesso si attende un pronunciamento da parte degli enti locali. Il Ministro Maurizio Lupi in ha firmato una circolare in cui ribadisce che non “inquadrabili  e la loro eventuale dislocazione a bordo strada dovrebbe considerare la possibilità che tali manufatti possano costituire ostacolo fisso, pur posti al di fuori della carreggiata”. Dalle parole ai fatti: adesso si attende la decisione dei sindaci che li hanno installati e come reagiranno alla circolare del Ministero. nascerà un contenzioso per salvaguardare le casse dello Stato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136