Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Il Governo taglia i soldi per il comparto Santa Chiara. La protesta di Pattini (Patt)

domenica, 12 agosto 2018

Trento – Un contenzioso tra gli enti locali e il Governo sul taglio di alcuni finanziamenti già stanziati dagli esecutivi precedenti. Alberto Pattini, capogruppo del PATT in consiglio comunale a Trento, ha preso carta e penna e denunciata la situazione: “E’ vergognoso, un atto contro la città di Trento da parte del Governo Lega – Ms5 quello di congelare il finanziamento al comune di Trento per il comparto Santa Chiara (ex mensa universitaria, ex facoltà di lettere, ex casa di riposo ecc.) approvato dal Consiglio comunale. Il governo precedente, per sistemare alcune zone delle nostre città e riattivare il mercato del lavoro e delle costruzioni aveva stanziato 2,1 miliardi di euro che andavano ad aiutare le amministrazioni a realizzare progetti virtuosi”.

Pattini va all’attacco anche del viceministro Garavaglia. “Non erano stati spesi ancora i soldi” così ha giustificato la scelta il viceministro della Lega Massimo Garavaglia. “Ci stupiamo increduli che un viceministro non sappia che opere di milioni di euro necessitino di bandi di gara – conclude Pattini -: il finanziamento di 18 milioni di euro non sarà ancora speso ma le procedure sono state avviate. Come gruppo consiliare del Patt riteniamo inaccettabile questo dietrofront e protesteremo in tutte le sedi più opportune”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136