QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Carabinieri: il generale Adinolfi in visita al comando dei carabinieri di Trento

martedì, 6 dicembre 2016

Trento – Il Generale di Corpo d’Armata Carmine Adinolfi ha fatto visita ai carabinieri del comando provinciale del Trentino. Poiché a metà dicembre, lascerà il Comando Interregionale e sarà assegnato al comando di tutte le scuole dell’Arma dei Carabinieri in Roma.

L’alto ufficiale, accompagnato del Generale Massimo Mennitti, comandante della legione Trentino Alto Adige, al suo ingresso alla caserma “Lazzazzera” di via Barbacovi, ricevuto dal Comandante Provinciale, tenente colonnello Luca Volpi, ha incontrato una rappresentanza del personale della sede, di stanza ai reparti della provincia, la Rappresentanza Militare e l’Associazione Nazionale Carabinieri.

Il Comandante Interregionale, nel portare il suo saluto di commiato, ha espresso il proprio compiacimento ai reparti per il diuturno impegno nello svolgimento del servizio a favore dei cittadini, anche nelle valli più lontane, sottolineando l’importanza del lavoro svolto verso le fasce deboli, ragazzi, donne e anziani, rammentando la necessità di essergli maggiormente vicini, aiutandole a non cadere nelle trappole dei truffatori e dei delinquenti in genere. Poi, il generale, in particolare, ha voluto soffermarsi “sull’importanza dell’umiltà e sullo spirito di servizio” qualità essenziali per ciascun Carabiniere per poter svolgere al meglio il proprio dovere, nonché sul ruolo delle famiglie, che, ancor di più, in questo periodo Natalizio assumono un valore fondamentale di sostegno e supporto di ciascun carabiniere, prima come padri, madri e figli, indirizzando il suo più affettuoso saluto alle famiglie dei carabinieri, con particolare gratitudine per i sacrifici quotidianamente vissuti con i loro cari, di cui condividono ogni momento della vita dell’Arma.

adinolfi-trento-00Infine, il Generale Adinolfi, unitamente al Comandante della Legione Tentino Alto Adige e agli ufficiali del Comando Provinciale, ha ricevuto, sempre in caserma, le autorità cittadine (il Commissario di Governo per Provincia Autonoma di Trento, Sua Eccellenza Pasquale Antonio Gioffrè, il Procuratore Generale, Giovanni Ilarda, Procurato Capo f.f., Marco Gallina, Consigliere della Corte di Appello, Patrizio Collino, il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta, il Questore,  Massimo d’Ambrosio, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Colonnello Fabrizio Nieddu) alle quali ha voluto esprimere il suo ringraziamento: “questo territorio e la sua gente mi rimarranno nel cuore”.

«L’esperienza fatta nel Trentino Alto Adige, in tutto il Triveneto, nell’Emilia Romagna – ha osservato Adinolfi – è stata un arricchimento professionale e personale. Lascio il comando con la soddisfazione di andare verso un altro prestigioso incarico ma anche con un po’ di rammarico perché questo territorio, la sua gente e le sue meravigliose montagne mi rimarranno nel cuore».

L’alto ufficiale ha evidenziato il sostegno delle istituzioni, l’impegno di tutte le autorità provinciali e cittadine, “sempre molto vicine all’Arma”, la collaborazione con i sindaci e i parroci, affrontando, tra l’altro, il tema delle truffe agli anziani e sottolineato l’impegno delle stazioni dei carabinieri, distribuite capillarmente sul territorio, che rappresentano presidi essenziali per la tutela della legalità, affermando, a sua volta, la piena e totale disponibilità dell’Arma a cooperare senza soluzioni di continuità per il bene di tutto Trentino.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136