QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il Consorzio Vini del Trentino e la Strada del vino e dei sapori insieme per promuovere le eccellenze enogastronomiche del territorio

giovedì, 18 dicembre 2014

Trento – Il tradizionale scambio degli auguri di Natale, alla presenza di soci, partner e stampa, si è trasformato in un’occasione per annunciare il “matrimonio” tra Consorzio Vini del Trentino e la Strada del vino e dei sapori. A suggellare l’accordo, l’assessore Michele Dallapiccola.  (Nella foto da sinistra a destra, Francesco Antoniolli – Presidente Strada del Vino e dei Sapori del Trentino -, Elvio Fronza – Presidente Consorzio Vini del Trentino – e Fabio Piccoli, Responsabile Promozione Consorzio Vini del Trentino).DSC_3510

Si è appena concluso un brindisi presso Palazzo Trautmannsdorf per presentare ufficialmente la sinergia operativa implementata da due realtà territoriali di riferimento per il mondo wine&food: il Consorzio Vini del Trentino e la Strada del vino e dei sapori del Trentino.

Un percorso “a quattro mani” che vedrà il via a partire da inizio 2015 e in cui ciascun ente metterà in campo le proprie forze all’interno dell’ambito di competenze di riferimento per un progetto comune, cioè promuovere le eccellenze enogastronomiche del territorio.

Una promozione che non si limiterà all’ambito locale, ma punterà sia a livello nazionale che internazionale, facendo leva sull’importante spinta comunicativa offerta da Expo 2015.

Per questo, oltre ad una piena collaborazione nell’organizzazione di eventi - come, ad esempio, per l’Autunno Trentino o il Divin Ottobre – Strada e Consorzio lavoreranno al fine di costruire una proposta enoturistica che possa essere di grande appeal sia per i turisti tradizionali sia per quelli che visiteranno il nostro Paese in occasione dell’Esposizione Universale di Milano.

Del resto, proprio nei giorni scorsi un’indagine di Wine Monitor Nomisma commissionata dal Consorzio Vini del Trentino ha evidenziato come il rapporto tra enogastronomia e turismo sia sempre più stretto visto che ben il 9% di turisti stranieri, e il 4,6% degli italiani, siano attirati da cibo e vino di qualità e che il 20% degli italiani preferisce fare vacanze in un territorio ricco di vini di qualità.

Si tratta di una decisione maturata da tempo - ha dichiarato Elvio Fronza, Presidente del Consorzio Vini del Trentino - che tra l’altro risponde alle indicazioni recentemente espresse dall’Assessore Dallapiccola relativamente alla creazione di un unico polo di coordinamento per il vino trentino. Siamo certi che questa scelta rappresenti, è proprio il caso di dirlo, la “Strada” migliore da percorrere“.

Da sempre l’unione fa la forza - gli ha fatto eco Francesco Antoniolli, Presidente della Strada del vino e dei sapori del Trentino - soprattutto se gli obiettivi sono i medesimi. Rappresentiamo due realtà che amano il proprio territorio e i suoi prodotti e lavoreremo insieme affinché queste eccellenze possano avere la visibilità che meritano“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136