QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

I carabinieri per la tutela del patrimonio culturale: incontro a Trento

mercoledì, 20 maggio 2015

Trento – Domani –  alle 17.30 – allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, a Trento, sotto piazza Cesare Battisti, ospiterà la conferenza “I Carabinieri per la tutela del Patrimonio Culturale”, tenuta dal maggiore Giuseppe Marseglia, Comandante del Nucleo Carabinieri di Tutela del Patrimonio Culturale (TPC) di Venezia.

Interverranno Sandro Flaim dirigente della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento e Franco Nicolis direttore dell’Ufficio beni archeologici. Nel corso dell’incontro sarà illustrato il ruolo fondamentale svolto dal Nucleo Carabinieri e verrà evidenziata l’importanza dell’attività di tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali in quanto patrimonio inestimabile di tutta la collettività. L’ingresso è libero.

Il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale è un reparto speciale dell’Arma dei Carabinieri inserito funzionalmente nell’ambito del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Ha sede a Roma ed è costituito da un Reparto Operativo con competenza sull’intero territorio nazionale, da 12 Nuclei TPC periferici con competenza nell’ambito delle regioni amministrative poste sotto le rispettive giurisdizioni nonché dalla sezione di Siracusa. II Carabinieri per la tutela del patrimoniol Nucleo di Venezia ha competenza su Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia e svolge la funzione di polo di gravitazione informativa e di analisi per tutte le Forze di Polizia.

Espleta attività consultive a favore del MIBACT e dei relativi organi periferici, in particolare per la restituzione di beni culturali illecitamente sottratti al patrimonio culturale nazionale ed esposti presso i musei esteri. Tale Comando opera sul territorio nazionale autonomamente ed in collaborazione con tutte le Forze di Polizia mentre, all’estero, espleta le proprie attività secondo le procedure di cooperazione internazionale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136