QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Guardia Forestale scoperta a Caderzone in una battuta di caccia al capriolo

lunedì, 16 dicembre 2013

Val Rendena – Fa discutere la vicenda della guardia Forestale che è stata scoperta ad abbattere un capriolo femmina. I risvolti sono ancora tutti da chiarire. I fatti: sabato scorso l’agente, con tanto di licenza da cacciatore, si è recato nei boschi di Caderzone ed è stato scoperto da un collega con un fucile in mano mentre stava per sparare. Primo passo: la guardia Forestale, ora di stanza a Tione, ha un regolare permesso di caccia. Però, quando si fanno le battute in coppia, l’esperto non spara. La guardia Forestale non avrebbe dovuto sparare. Rischia solo una sanzione amministrativa e deve essere chiarito anche l’aspetto legato alla duplice attività di Forestale e cacciatore. E in Val Rendena la notizia è sulla bocca di tutti, in particolare dei colleghi della Forestale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136