QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Gruppo camuno e sindacalisti alla manifestazione in ricordo delle vittime della strage di Piazza Loggia

mercoledì, 28 maggio 2014

Brescia – Anche una delegazione dalla Valle Camonica ha partecipato alla manifestazione di Brescia in ricordo delle vittime della strage di piazza Loggia. Quarant’anni dopo la strage i bresciani si sono ritrovati nel luogo simbolo della città per ricordare la memoria delle otto vittime.

Il momento più importante è stato sicuramente il discorso ufficiale alla presenza delle autorità, Giuliano Pisapia, sindaco di Milano, Virginio Merola sindaco di Bologna e il primo cittadino di Brescia, Emilio Del Bono, Accanto al sindaco c’erano anche esponenti del mondo politico ed amministratori, tra cui il consigliere provinciale camuno Pierluigi Mottinelli accanto a Paolo Pagani, Laura Parenza e Roberto Cammarata, oltre alle organizzazioni sindacali.

Ancora non è stata fatta luce sulla strage e la Cgil lo ha ribadito oggi: in 40 anni ci sono state tre istruttorie e lo scorso febbraio è stata riavviata la procedura giudiziaria nei confronti di due esponenti neofascisti. Il messaggio della manifestazione è chiaro: vogliamo chiarezza e giustizia. Senza attendere altri quarant’anni. Sono intervenuti, oltre alle autorità, Arnaldo Trebeschi, fratello di uno delle vittime e Franco Castrezzati, ex sindacalista Cisl. Le vittime di quella strage sono:  Giulietta Banzi Bazoli, Livia Bottardi Milani, Euplo Natali, Luigi Pinto, Bartolomeo Talenti, Alberto Trebeschi, Clementina Calzari Trebeschi, Vittorio Zambarda.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136