QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Grand Hotel Imperial di Levico Terme, riapertura in grande stile

sabato, 14 maggio 2016

Levico Terme – Riaperto il Grand Hotel Imperial di Levico Terme. Una serata che ha rispolverato il fascino delle antiche tradizioni vissute nel periodo degli Asburgo, grazie alla presenza del gruppo in costume dell’Associazione Arco ’800.  Rievocati gli sfarzi della Bella Epoque, con sale, corridoi e spazi arricchiti con banchetti di buona cucina, con musica e fuochi d’artificio, per far rivivere ad ospiti, amici e clienti la magia di una festa inaugurale indimenticabile.  Presenti le autorità, tra cui il sindaco di Levico, Michele Sartori, l’assessore provinciale al Turismo, Michele Dallapiccola, il senatore Franco Panizza, il presidente della Camera di Commercio di Trento, Gianni Bort, i soci del Club Rotary, Lions e Innerwheel, albergatori e numerosi ospiti.

Levico Terme

Il Grand Hotel, dopo vent’ anni di gestione Levicofin, è passata alla Patrimonio del Trentino SpA e di seguito è stata affidata alla Holding tedesca Solutions Holding, con sede in Germania, legata a circa trenta aziende attive nel settore alberghiero e turistico, offre e gestisce consulenza in tutto il mondo, Brasile, New York, Monaco, Zurigo, Vienna, Barcellona e altro ancora.

I legali rappresentanti, Thomas Schlieper e Ines Auerbacher, particolarmente interessati a espandersi sul mercato Italiano, hanno ideato la nuova società di gestione Fidelity Hotels & Resorts annunciano la stretta collaborazione tra il Grand Hotel Imperial e l’istituto alberghiero Trentino di Levico e Rovereto, l’Alta formazione Professionale di Roncegno e anche l’Opera Armida Barelli di Levico e Rovereto.
L’obiettivo prevede anche l’inserimento nella struttura gestionale giovani ragazzi con un minimo di sei mesi di apprendistato.
Nell’ambizioso progetto della nuova gestione è prevista, per i prossimi anni, anche la ristrutturazione dell’hotel, in particolare dell’adiacente Villa Sissi.
L’impegno economico sarà di 4 milioni di euro, investimento che vuole essere una crescita non solo per Levico ma anche per l’intero Trentino. L’Hotel sarà aperto 360 giorni all’anno, la cucina raffinata con prodotti a chilometri zero i prezzi saranno congrui al pregio della struttura.

Con la nuova gestione tedesca, il Grand Hotel Imperial riporta alla luce il fascino imperiale della residenza estiva degli Asburgo, ben conosciuta in tutta Europa già nel 1900, anno dell’inaugurazione.
In quell’epoca, Levico Terme era terra prediletta dell’Impero austro-ungarico ed era un luogo molto amato non solo dagli Asburgo ma da tutta la nobiltà d’Oltralpe che, sopratutto in estate, amava trascorrere lunghi periodi di villeggiatura a Levico, per riposare e godere del clima salubre di quell’area.
Fin dagli inizi del Novecento molti ospiti illustri dei circoli aristocratici e finanziari europei furono ospiti nella residenza degli Asburgo di Levico. Ancora oggi, questa magnifica dimora conserva il suo fascino imperiale. Un hotel impregnato di storia: albergo di lusso, luogo di incontro, fonte di ispirazione, punto di partenza per escursioni e avventure, angolo creativo, oasi di benessere, tempio dei buongustai.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136