QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Gli ‘incontri con l’autore’ al Festival dell’Economia di Trento: al centro il ruolo dell’Europa

giovedì, 22 maggio 2014

Trento – Dodici libri e altrettanti incontri in cui gli autori si confronteranno con professori universitari, economisti, imprenditori e giornalisti. Al centro del dibattito crisi finanziaria, ruolo dell’Europa, occupazione, il futuro della globalizzazione, austerità e ripresa economica. E’ Tonia Mastrobuoni – corrispondente a Berlino per La Stampa ed esperta di crisi dell’euro e di economia internazionale – a curare per il quinto anno gli Incontri con l’autore al Festival dell’Economia.festival-economia_1_original

L’attenzione sarà posta su 12 libri pubblicati negli ultimi mesi, coinvolgendo gli autori in una serie di dibattiti con professori universitari, economisti, giornalisti, corrispondenti e imprenditori. L’attualità politica ed economica sarà la protagonista indiscussa degli incontri, che si concentreranno su numerosi argomenti: la recente crisi finanziaria, il ruolo dell’Europa e la sua percezione, il futuro della globalizzazione, l’austerity e le ricette per la ripresa economica.

Thierry Vissol, ad esempio, cercherà di fare chiarezza sul ruolo dell’Unione Europea discutendo del suo libro ‘È tutta colpa dell’Europa’ con Eric Jozsef, corrispondente in Italia per il quotidiano francese Libération. L’autore – economista, storico e attualmente Consigliere speciale media e della comunicazione presso la Rappresentanza in Italia della Commissione europea – ha scelto di analizzare le colpe attribuite all’Unione Europea attraverso le vignette satiriche pubblicate sui vari quotidiani. Sempre di Europa si parlerà con Luigi Zingales, professore di Finanza alla University of Chicago ed editorialista per ‘Il Sole 24 Ore’ e ‘l’Espresso’, e Filippo Taddei, professore alla Johns Hopkins University. Al centro il libro ‘Europa o no. Sogno da realizzare o incubo da cui uscire’, scritto da Zingales per analizzare il progetto europeo, i suoi costi e i suoi benefici per tutti gli Stati che hanno aderito. Il tema della governance all’interno dell’UE, spesso accusata di essere opaca e distante, verrà affrontato da Cerstin Gammelin, autore del volume ‘I burattinai d’Europa. Chi comanda veramente a Bruxelles’ e giornalista della Suddeutsche Zeitung, e Michael Braun, corrispondente per Die Tageszeitung e per la radio pubblica tedesca. Tra gli ospiti degli incontri anche l’amministratore delegato di FIAT-Chrysler Sergio Marchionne che discuterà di globalizzazione e futuro dell’industria automobilistica. Lo spunto sarà offerto dal libro ‘Made in Torino? Fiat Chrysler Automobiles e il futuro dell’industria’, scritto da Giorgio Barba Navaretti, professore di Economia politica all’Università Statale di Milano, e Gianmarco Ottaviano, professore di Economia alla London School of Economics. Il volume cerca di rispondere ad alcuni interrogativi, considerando la recente fusione tra i due colossi dell’automobile: si può essere competitivi senza abbassare i salari? perseguire la qualità senza aumentare i costi? automatizzare salvaguardando i posti di lavoro? lo Stato, in questo processo, che ruolo deve avere? Non solo Europa e globalizzazione: Innocenzo Cipolletta presenterà il suo libro ‘In Italia paghiamo troppe tasse. Falso!’, affrontando il tema della pressione fiscale italiana che da anni anima un dibattito molto acceso. Il presidente dell’Università di Trento, nonché membro del cda di numerose imprese italiane, si confronterà con Fabrizio Saccomanni, già direttore della Banca d’Italia e ministro dell’Economia e delle Finanze.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136