QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giugno da record e semestre positivo al casinò di Campione: proventi in crescita, sfiorano i 46 milioni e 500mila euro

lunedì, 4 luglio 2016

Campione d’Italia – Ingresso da primato nonostante gli Europei, con un giugno vincente per tutti sia giocatori sia il casinò. Il positivo andamento del trascorso mese di giugno – 8,4 milioni di euro tondi tondi di provento dei giochi, in crescita del 13,3 per cento rispetto allo stesso mese del 2015 – ha determinato un bilancio semestrale – 46.489.000 euro – in sostanziale linea (meno 0,1 per cento) con l’anno scorso, ma cresciuto rispetto al risultato sia del 2012 sia del 2014, a conferma dello sforzo con il quale il casinò Campione d’Italia sta mantenendo un uniforme livello di fatturato in un quinquennio oltremodo critico. Ne è prova ulteriore il numero di ingressi che è stato di 357.733 unità, più 1,1 per cento rispetto al primo semestre 2015:

Casinò di Campione d'Italia il nuovo amministratore delegato Carlo Pagan

 “Le straordinarie vincite dei nostri clienti – a parere dell’amministratore delegato del Casinò, Carlo Pagan (nella foto)- spiegano che al risultato ha giovato proprio l’aumento degli ingressi (57.286 in giugno, più 7,1 per cento) registrato nonostante il Campionato europeo di calcio in corso. Che non è stato un deterrente, come da consuetudine, in virtù delle ‘scommesse sportive’ il cui lancio si è rivelato un vero ‘generatore di traffico’ all’interno del Casinò” campionese. Anche il gioco online – 636.000 euro nel primo semestre – ha segnato in giugno il primato mensile – sottolinea Pagan – che sfiora i 140.000 euro.

E, a proposito delle vincite, una serie di jackpot ne ha caratterizzato l’andamento, con la felice singolarità del doppio jackpot, il giorno 5, di una giocatrice di Verbania che ha vinto prima 25 mila poi oltre 26 mila franchi. Ma già il 2 giugno un’altra giocatrice, di nazionalità svizzera e domiciliata a Lugano, se ne era aggiudicato uno di più di 21 mila franchi. Ad ogni buon conto anche gli altri due jackpot sono stati al femminile: sia il giorno 10 – un’italiana di Milano: quasi 26 mila franchi – sia il 20 – ancora una giocatrice italiana, di Salerno: oltre 10 mila euro. E, jackpot a parte, spiccano i 50 mila franchi di vincita, sempre di una giocatrice italiana, di Saronno (Varese), il 9 giugno a una slot Cherry 2000. Pensare che il mese era cominciato bene per la clientela maschile delle slot: il primo giugno, infatti, un giocatore svizzero residente nel Canton Ticino e uno italiano della provincia di Sondrio avevano vinto l’uno oltre 20 mila franchi, l’altro 28 mila euro puliti puliti. Poi, salvo un altro ticinese che il giorno 23 ha vinto 25 mila franchi, la fortuna ha baciato le donne.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136