QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

“Giornata dell’economia giovane di montagna” a Riva del Garda, Rossi ai giovani imprenditori: “Insieme per fare la differenza”

domenica, 21 maggio 2017

Riva del Garda – Il Trentino? Un territorio che è nato dall’equilibrio tra l’utilizzo positivo dell’ambiente e la propensione culturale del proprio popolo a fare da sé, in una coniugazione positiva del proprio sviluppo socio economico”.

Lo ha detto il presidente della Provincia autonoma a di Trento, Ugo Rossi intervenuto venerdì pomeriggio a Riva alla conclusione della “Giornata dell’economia giovane di montagna” organizzata tra gli altri da Coldiretti e Confartigianato.

Economia e autonomia, dunque, vanno di pari passo ed è seguendo questa linea che il governatore ha “posizionato” riflessioni e stimoli di fronte ad un uditorio fatto di giovani imprenditori dell’agricolturaa del commercio e del turismo. Rossi in verità non ha voluto usare la parola “autonomia”, troppo spesso bistrattata e associata a presunti privilegi che esistono soltanto in luoghi comuni falsi e fin troppo longevi. “Preferisco parlare di autogoverno – ha esordito – inteso come propensione delle nostre popolazioni ad occuparsi in maniera concreta e responsabile del bene comune. C’è certamente la spinta alla realizzazione personale, ma anche la consapevolezza che l’autorealizzazione funziona meglio se inserita in un contesto collettivo”.

È in quest’ottica che va inserita la riflessione su come il popolo trentino possa far valere i propri asset principali per farli diventare strumenti di competitività. Bisognerebbe iniziare dall’orgoglio di essere trentini. “Dobbiamo essere positivi e capaci di trasmettere la positività, convinti di chi siamo e di quello che sappiamo fare. Ecco il primo passo per avere successo: convincere gli altri che sappiamo esprimere qualità”.

Questa qualità, ha ricordato il governatore, ispira certo tutte le politiche che la Provincia sta mettendo in campo, assieme a quel collante formidabile che è il senso di identità e di appartenenza.

“Certo servono strumenti” ha aggiunto Rossi, ricordando gli investimenti straordinari, ad esempio in formazione, in particolare per attrezzare proprio nostri giovani alla competitività sui mercati globali. “Investimenti che vanno a vantaggio di tutti i settori della nostra comunità. Così come ogni singolo prodotto in un certo senso trae beneficio dall’immagine complessivamente positiva che il Trentino ha saputo dare di sé all’esterno dei propri confini”.

Parlando di strumenti ovviamente non poteva care il riferimento al mercato elettronico, peraltro al centro dei tavoli di lavoro che hanno impegnato i giovani imprenditori nella giornata di Workshop. Su questo piano il governatore del Trentino ha lanciato una sfida: “Se riuscirete a strutturare un portale trentino di produttori che intendono esplorare questo tipo di mercato on line, abituandosi a fare rete, la Provincia è pronta a sostenere una star up di questo tipo”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136