QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Fusione dei Comuni in Val di Non e Giudicarie: ultimi dibattiti, domenica il voto. I paesi sono divisi

lunedì, 7 aprile 2014

Vervò – Ultimi giorni di confronto poi domenica si terrà il referendum per la fusione dei Comuni. I cittadini dovranno esprimersi sulla nascita dei Comuni di San Lorenzo Dorsino, Valdaone e Predaia. Infatti sono tre le ipotesi di aggregazione: Dorsino e San Lorenzo in Banale dovrebbero fondersi in “San Lorenzo Dorsino”,  i Comuni di Bersone, Daone e Praso prenderanno il nome di “Valdaone”, la terza aggregazione è in  Val di Non, con la fusione di cinque municipi. Coredo, Tres, Taio, Vervò e Smarano dovrebbero dar vita al Comune di “Predaia”.Vervò, Monte San Martino

L’OBIETTIVO

La costituzione di nuovi Comuni è considerata un positivo passo verso la semplificazione del quadro istituzionale, nell’ottica di creare migliori condizioni organizzative e di governo del territorio, razionalizzando i servizi ed operando risparmi sui relativi costi. “Il futuro assetto della nostra Autonomia, ripetutamente messa in discussione, ha bisogno anche di azioni concrete che aiutino a farla percepire meglio all’esterno per quel che è: una grande palestra di responsabilità, una opportunità straordinaria di autogoverno>, è il messaggio del presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, sul referendum che si terrà il 13 aprile nei Comuni della Val di Non e Giudicarie.

I PASSAGGI ISTITUZIONALI

L’ipotesi di Comune unico fa discutere, divide i cittadini, ma secondo gli amministratori è un progetto importante e lungimirante per unire le forze e ridurre i costi dei servizi. Domenica il responso delle urne. Qualora la proposta dell’istituzione dei tre nuovi Comuni raccolga il consenso di almeno la metà più uno dei votanti, la Giunta regionale istituirà con legge i nuovi Comuni, che inizieranno formalmente ad operare dal 1 gennaio 2015 sotto la guida di un commissario straordinario fino alla data delle prossime elezioni comunali, che si terranno nel maggio 2015.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136