QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Fucine di Darfo Boario Terme: appaltati i lavori di riqualificazione del centro storico

sabato, 4 marzo 2017

Darfo – Sono stati appaltati e saranno avviati a breve i lavori di riqualificazione urbana del centro storico di Fucine a Darfo Boario Terme.

Ezio Mondini sindacoDarfoFucine, il nome di una frazione che ne evoca la tradizionale vivacità. A Fucine di Darfo Boario Terme la comunità mantiene i suoi tratti dinamici e rafforza i legami con la tradizione. Ne sono testimonianza la Festa di Sant’Anna, la presenza del Museo degli Alpini, la storica segheria veneziana.

Un legame tra cultura, tradizione, popolazione che fa sentire i cittadini parte di una comunità. E la gestione della comunità ha le sue regole e ha bisogno dei suoi spazi.

Per questo, al fine di ricreare la bellezza e la suggestività della antica frazione di Fucine, l’Amministrazione Comunale ha stanziato oltre 70mila euro per alcune sistemazioni del centro storico e per la ristrutturazione di edificio comunale recentemente affidato in comodato alla comunità della frazione; i lavori sono stati appaltati unitamente ad interventi analoghi in programma a Pellalepre.

Credo che uno dei principali doveri di un’Amministrazione sia quello di promuovere e valorizzare il territorio anche recuperandolo alle sue originarie caratteristiche – afferma Ezio Mondini, sindaco della Città di Darfo Boario Terme -. Nel contempo deve offrire ai cittadini spazi adeguati per la socialità, quella reale e non virtuale. Spazi di incontro che sono il cuore pulsante della vita di una comunità”.

Le principali azioni previste dal progetto riguardano la sistemazione e l’abbellimento di una piazzetta in Via Montesuello, la riqualificazione della fontana di Via Dosso e il risanamento di un edificio acquisito dal demanio  e che è stato affidato alla gestione del paese: sarà infatti destinato alla ricollocazione del seggio elettorale che in questi ultimi anni era stato temporaneamente spostato a Pellalepre ed altresì utilizzato come spazio disponibile per attività di animazione sociale e culturale della frazione.

Lo stabile era adibito a residenza, quindi necessita di alcuni interventi che ne possano consentire l’uso da parte della comunità – spiega Riccardo Bonù, Presidente del Consiglio Comunale -. Oltre alla sistemazione degli impianti, provvederemo alla verifica dell’integrità di alcune parti di fabbricato ed elimineremo le infiltrazioni che hanno danneggiato parte dell’immobile. Dopo questo intervento,  sarà possibile pensare a tante attività da svolgere all’interno: le idee non mancano.

La riqualificazione non si limita alla costruzione, ma tende a creare spazi pubblici aperti di ritrovo. In Via Montesuello, in particolare, sarà effettuato un intervento tendente a originare una piacevole piazzetta dalla quale godere il bel panorama circostante. In questo momento, l’area non ha nessuna identità: è più uno spazio dove parcheggiare. Il nostro intento è quello di delimitare l’area ad un utilizzo senza automobili, ricreando la pavimentazione tipica in acciottolato dei nostri paesi ed inserendo aiuole che contorneranno la parte centrale della piazzetta. Saranno anche allestite molteplici sedute attorno alla fontana, il che renderà la piazzetta decisamente godibile. Sempre in tema di valorizzazione del territorio e delle tradizioni, i lavori prevedono anche la riqualificazione della fontana di Via Dosso che ha caratteristiche che la rendono particolarmente affascinante. Infatti, è posizionata ai piedi di un muro in pietra Simona e da essa sgorga acqua di fonte che impregna il muro stesso: la forte umidità ha favorito la crescita rigogliosa di un muschio che ricopre lo ricopre creando attraenti suggestioni. Oltre a risanare il manufatto dagli infestanti provvederemo anche al restauro della fontana che riporterà il luogo ad uno stato consono e fruibile a visitatori e abitanti; anche qui, si provvederà al ripristino ed alla valorizzazione dell’antico selciato in pietra. Queste opere daranno a Fucine un nuovo respiro di antico; un esempio di armonica cura e rispetto della tradizione”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136