QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Finanza locale, primo sì della Provincia di Trento al Governo Letta

lunedì, 25 novembre 2013

Trento – La Giunta provinciale, riunitasi stamani in seduta straordinaria, ha accordato il suo assenso all’intesa con il Governo per la modifica di alcune norme statutarie in materia di tributi locali e di finanziamento di interventi nei territori di confine. Le novità sono contenute nella nuova Finanziaria del Governo, che sta facendo il suo iter parlamentare in vista dell’approvazione finale entro la fine dell’anno. “Quello di oggi – sottolinea il presidente Ugo Rossi – è un primo passo in direzione di un rafforzamento dell’autonomia finanziaria del Trentino. Pur non avendo trovato in questo momento le condizioni per realizzare con lo Stato la revisione complessiva dell’Accordo di Milano per la regolazione dei rapporti finanziari fra Roma e Trento, con questa nuova norma statutaria facciamo un primo, importante passo in avanti verso una più ampia potestà normativa in materia di finanza locale e di tributi locali”.

Per fare solo un esempio, la sostituzione dell’articolo 80 dello Statuto di Autonomia con il nuovo testo consentiUgo_Rossi2rà alle Province di intervenire in maniera più incisiva in materie quali l’imposizione dell’Imu.Sempre nella seduta di stamani la Giunta ha espresso parere positivo alle proposte di modifica dell’articolo 2, commi 117 e seguenti, della legge 191 del 2009, che ha recepito l’Accordo di Milano. Queste disposizioni riguardano la disciplina dei finanziamenti per i progetti e le iniziative riguardanti i comuni di confine. In particolare si prevede uno snellimento delle procedure di gestione delle risorse finanziarie, che vedono le due Province autonome di Trento e Bolzano e le Regioni Lombardia e Veneto protagoniste nella gestione del fondo apposito, sulla base di un’apposita intesa.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136