Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Festa a Lavarone per il via della seconda tappa del Tour of the Alps

martedì, 17 aprile 2018

Lavarone – Il comprensorio Alpe Cimbra sempre protagonista anche nel secondo giorno del Tour of the Alps. Dopo l’arrivo ieri a Folgaria, la seconda tappa ha preso il via dall’Altipiano di Lavarone, in località Chiesa

bilbaoMattinata di festa nella località (foto a lato) che ha ospitato il via, con momenti alternati tra animazione, presentazione squadre e istituzionalità, con gli interventi, tra gli altri, del sindaco, Isacco Corradi, e il presidente APT, Michael Rech (qui il video), che hanno sottolineato la vocazione del territorio per le due ruote (non solo ciclismo su strada, ma anche mtb) e l’importanza di un evento ciclistico di primo livello come il Tour the Alps proprio per le località del comprensorio.

ToA

Nel pomeriggio, come ieri, è attesa la bagarre: dopo l’azione da finisseur di ieri messa a segno da Bilbao, oggi sono attesi i big sulle rampe dell’Alpe di Pampeago. Aru, Pinot e Froome su tutti, ma anche Meintjes che ieri ha pagato oltre un minuto ai diretti concorrenti per il podio.

alps2Quello di oggi all’Alpe di Pampeago è il grande e atteso arrivo in salita di questo Tour of the Alps, su una salita più volte protagonista del Giro d’Italia, memore – fra gli altri – dei grandi duelli fra Pantani e Tonkov. L’ascesa finale di 7,7 km al 9,8% metterà alla prova chi al prossimo Giro d’Italia guarda con ambizioni importanti. E’ il primo vero test (qui le info sulla chiusura delle strade).

sky

Il gruppo dovrà affrontare anche l’altra temibile ascesa del passo Redebus, per un totale nella giornata di 2900 metri di dislivello. Pello Bilbao (Astana), vincitore ieri, cercherà di difendere la propria maglia di leader della generale, sostenuto da una squadra compatta e in gran forma. Alla partenza proprio l’Astana sarà premiata con il Team-Up Award – Souvenir Michele Scarponi, per il grande lavoro di squadra durante la prima tappa. Si prevede battaglia fra tutti i protagonisti annunciati della corsa, racchiusi in un margine di pochissimi secondi.

uae

DIRETTA TV
Gli appassionati potranno seguire in diretta la seconda frazione del Tour of the Alps dalle 14.00 alle 15.30, per novanta minuti di grande spettacolo offerto dalla produzione firmata PMG Sport, e distribuita in oltre 100 Paesi del Mondo. Sarà possibile seguire il Tour of the Alps live su su Eurosport 1(Europa, Asia, Oceania), RaiSport (Italia), ORF (Austria), TV 2 (Danimarca), L’Equipe (Francia), Eleven (Nord America), FloBikes (Nord America, Centro America, Sudamerica), SkySport (Nuova Zelanda) ed Econet (Africa), e in differita su Bike Channel (Italia).

alpsINFO TAPPA
Controllo Medico
: Tesero loc. Pampeago, Hotel Scoiattolo
Rifornimento: Lago di Lases, km 70,7
TV: Sover, km 91,0
G.P.M.: Passo Redebus (1a Cat., km 51,1); Cavalese (3a Cat., km 108,0)
Quartiertappa: Centro Fondo Lago di Tesero, Via Stazione, 4, 38038 Lago di Tesero

LA PARTENZA: LAVARONE
Lavarone è un comune “diffuso” di poco più di 1.110 abitanti composto da antiche frazioni nella Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri. Qui dominano natura, pace e relax con paesaggi di romantica quiete tanto amati da personaggi della storia e della cultura, come ad esempio il padre della psicanalisi Sigmund Freud. Lavarone è famosa per il suo splendido lago alpino, che ha ricevuto la Bandiera Blu, e per la 100 km dei Forti – una delle più importanti gare di mtb (marathon e classic). Fiore all’occhiello da un punto di vista naturalistico la Foresta dei Giganti che si estende da Lavarone a Luserna.

SULLA STRADA
Posto a 1000 metri di quota, su una terrazza soleggiata davanti alla catena del LagoraiCavalese è uno dei centri turistici più importanti della Val di Fiemme. Molto frequentato sia d’inverno (dal paese partono gli impianti di risalita dell’Alpe Cermis) sia d’estate, è uno dei punti chiave sul percorso della Marcialonga, la “madre” di tutte le competizioni di sci di fondo.

LA TAPPA DEL GUSTO
La Val di Fiemme è sul percorso della Strada dei Formaggi delle Dolomiti, un itinerario attraverso le delizie di alcune produzioni tipiche locali e di caseifici che producono bontà come il gustoso “Formae Val Fiemme”in tutte le sue stagionature, il Fontàl, o il famoso “Puzzone di Moena”. Privi di additivi, profumano di pascoli fioriti e del fieno di Fiemme e sono ideali accostati ai salumi freschi o stagionati a chilometro zero.

DA NON PERDERE
Nella prima metà del tracciato si attraversa la Valle dei Mocheni, isola linguistica tedesca nel cuore del Trentino. La presenza della comunità germanica risale al medioevo, per via del richiamo delle miniere di oro, pirite e quarzo. È chiamata anche la valle incantata, definizione dovuta al suo magnifico scenario naturale, fonte di ispirazione per il famoso scrittore austriaco Robert Musil.

L’ARRIVO: ALPE DI PAMPEAGO/FIEMME
La strada dell’Alpe di Pampeago/Fiemme è un valico alpino posto tra la Selva di Ega e la Cima di Valsorda. Il versante che sale da Tesero, quello meridionale e più noto, conduce all’area dell’Alpe dove sono posti gli impianti di risalita dello Ski Center Latemar. L’area sciistica si sviluppa verso Predazzo e Obereggen, con 49 chilometri di piste per lo sci alpino.

IL PERSONAGGIO
Sede di arrivo di 5 tappe del Giro d’Italia, l’Alpe di Pampeago/FIemme è stata nel 1998 un passaggio fondamentale per la conquista della corsa rosa da parte di Marco Pantani (era l’anno della doppietta Giro-Tour). Pur finendo dietro Tonkov all’arrivo, lo scalatore romagnolo ipotecò il successo finale. Pantani dominò la frazione di Pampeago l’anno successivo, ma si trattò di una gioia effimera: dopo 2 giorni fu estromesso dal Giro per l’ematocrito fuori norma.

IL METEO
Si prevede tempo prevalentemente soleggiato, con sporadici addensamenti nuvolosi nelle ore centrali della giornata.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136