QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ferrovienord, il piano strategico 2016-2020 e un patto di rilancio della mobilità

mercoledì, 26 ottobre 2016

Milano - Il Gruppo FNM, da operatore regionale del trasporto su ferro, si candida sempre più a diventare un “polo” in grado di gestire la mobilità – su scala integrata, innovativa e sostenibile – in Lombardia e nel Nord Italia, in linea con quanto già accade in altri Paesi europei. E’ questo l’obiettivo principale del Piano Strategico 2016-2020 del Gruppo FNM, approvato dal Consiglio d’Amministrazione della società, presentato oggi in conferenza stampa dal presidente di FNM SpA Andrea Gibelli e dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni (nella foto da sinistra Andrea Gibelli e Roberto Maroni).

gibelli-maroni

FINANZIARIA DEL NORD PER LA MOBILITÀ

“Si può dire – ha spiegato Gibelli – che ci trasformiamo da Ferrovie Nord Milano a Finanziaria del Nord per la Mobilità. Il Gruppo intende coprire tutti i settori della mobilità costruendo alleanze molto forti per consentire ai lombardi di muoversi in maniera sempre più rapida ed agevole”. Sui rapporti con Ferrovie dello Stato e le altre società di trasporto e, più in generale, sullo sviluppo del sistema delle mobilità in Lombardia, Gibelli ha poi chiarito che “bisogna passare da una logica finanziaria a un discorso di tipo industriale. L’offerta è quella di collaborare, mettendo ciascuno le proprie risorse sia in termini di know-how sia in termini finanziari, tenendo presente che FNM, società quotata in Borsa, ha la possibilità di reperire finanziamenti sul mercato in grado di sostenere gli investimenti”.

SINERGIA TRA DIVERSE MODALITÀ DI TRASPORTO
 “L’obiettivo del Gruppo FNM per il prossimo futuro – spiega il presidente Andrea Gibelli – è quello di costruire una sinergia tra tutte le modalità di trasporto – dalla bicicletta, al treno, alla gomma fino all’aereo - perché una regione come la Lombardia che voglia essere leader in Europa deve avere un servizio di mobilità assolutamente integrato. Vogliamo dare la possibilità ad ogni persona di scegliere la modalità di trasporto che più si adatta alle sue esigenze. L’unico nostro ‘nemico’ è l’auto privata. La Lombardia ha un potenziale straordinario, rappresentato dal fatto che l’80% della popolazione vive all’interno di un raggio di cinque chilometri da una stazione. La mobilità elettrica, le due ruote e la capacità di raggiungere le stazioni aprono un altissimo potenziale”.

RAFFORZAMENTO ED ESPANSIONE
Nel documento si delinea una prospettiva di focalizzazione, rafforzamento ed espansione nel settore della mobilità attraverso quattro pilastri fondamentali.
1) Sviluppo del trasporto passeggeri
 Conferma centralità di Trenord
 Sviluppo di partnership tra FNMA e altri operatori lombardi del trasporto su gomma
 Rilancio e sviluppo della mobilità sostenibile (E-vai) che comprenda anche il collegamento dell’”ultimo miglio” (casa-lavoro)
2) Rinnovo della flotta di Trenord
3) Potenziamento del trasporto merci su ferro dai porti della Liguria
4) Realizzazione e/o gestione di infrastrutture di trasporto
 Gestione e sviluppo dell’infrastruttura regionale di Ferrovienord
 Ingresso nel settore aereoportuale
I CONTENUTI DEL PIANO STRATEGICO – SCHEDA
Questi i punti principali del Piano strategico 2016-2020 del Gruppo FNM.
1) Confermare la centralità di Trenord, joint venture paritetica con Trenitalia, nel settore del trasporto pubblico su ferro in Lombardia, con la realizzazione, da parte di FNM, di investimenti in nuovo materiale rotabile per il servizio ferroviario in Lombardia entro il 2020.
2) Migliorare il posizionamento del gruppo FNM nel settore del trasporto pubblico su gomma, attraverso la partecipazione alle prossime gare bandite in Lombardia, lo sviluppo di partnership con altri operatori lombardi nel settore del trasporto pubblico su
gomma e l’individuazione di operatori interessati alla creazione di un nuovo polo integrato a partire dai gruppi a controllo pubblico già operanti nei servizi urbani in Lombardia.
3) Rilanciare il settore della mobilità sostenibile in Lombardia, attraverso lo sviluppo dei servizi E-Vai, che realizzi modalità innovative per il collegamento dell’“ultimo miglio” (casa-lavoro) sviluppando piattaforme di infomobilità. Avvio di un programma di investimenti in una flotta di auto elettriche di ultima generazione, finalizzato ad un
nuovo modello di car sharing e car pooling ecosostenibile.
4) Ribadire il ruolo, unico in Italia, di FNM quale RoSco, (Rolling Stock Company) mediante l’effettuazione di investimenti in materiale rotabile, a partire dalla realizzazione del programma di rinnovo della flotta di treni di Trenord.
5) Sviluppare progetti di logistica e trasporto merci su ferro nel Nord-Ovest, contribuendo allo sviluppo dell’intermodalità fra i porti della Liguria e i mercati finali sia in Italia che nel Centro Europa, anche attraverso la gestione di servizi ferroviari “navetta” tra porti e “retroporti” della Pianura Padana, e quindi, alla ulteriore crescita del sistema economico lombardo.
6) Migliorare l’efficienza della gestione e dello sviluppo dell’infrastruttura ferroviaria recentemente affidata in concessione da Regione Lombardia a Ferrovienord fino al 31 ottobre 2060.
6) Valutare, in un’ottica di investimento di natura industriale, l’ingresso nel business della gestione delle infrastrutture aereoportuali per ampliare la presenza del gruppo FNM nei diversi settori della mobilità in Lombardia, realizzare un più elevato livello di integrazione nei sistemi di trasporto regionali e valorizzare le possibili sinergie industriali.
7) Focalizzare l’attività di NordCom, in partnership con TIM, come provider di soluzioni ICT nel settore transportation, anche investendo in soluzioni innovative.

DATI FINANZIARI
Con lo sviluppo delle aree di business previsto nel Piano 2016 – 2020, il Gruppo si propone di ottenere un significativo incremento dell’EBITDA, da 50 milioni di euro conseguiti nel 2015 a 100 milioni di euro al termine del relativo periodo di durata. Le linee guida delineate nel Piano saranno sviluppate in specifici piani industriali per area di business.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136