QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Family audit, il senatore Panizza (PATT) chiede al ministro Costa: “Rafforzare sperimentazione su famiglia e lavoro”

giovedì, 12 maggio 2016

Roma – Rafforzare il family audit per conciliare famiglia e lavoro. Al question time di Palazzo Madama è intervenuto il senatore Franco Panizza (PATT) sul tema della famiglia e del lavoro, a cominciare dal Family Audit.

Franco Panizza 1

“La misura introdotta di recente e che, completata la fase di sperimentazione, merita di essere nuovamente riproposta”, lo ha chiesto durante il Question Time con il ministro Enrico Costa il segretario politico del PATT, senatore Franco Panizza.

“Il nostro Paese – spiega Panizza – sconta un grave ritardo rispetto agli altri paesi europei sul terreno delle politiche per conciliare lavoro e famiglia. A risentirne sono soprattutto le donne che, troppe volte, sono messe davanti al bivio rinunciando molte volte al lavoro o, peggio ancora, ritardando la messa al mondo di un figlio. È evidente che tutto questo è diventato un problema, soprattutto in un Paese a bassa natalità come l’Italia”.

“Il Governo – continua ancora Panizza – con due specifici bandi ha dato vita al “Family Audit”, una sperimentazione su scala nazionale che consente all’azienda di porre il tema della conciliazione famiglia e lavoro al centro delle politiche aziendali”.

A livello nazionale sono ad oggi quasi 200 le organizzazioni che hanno conseguito questa certificazione familiare aziendale, che evidenzia la strategia aziendale di conciliazione famiglia e lavoro. Di queste aziende circa il 50% interessano il territorio della Provincia autonoma di Trento. Questa sperimentazione ha generato risultati interessanti sia per l’azienda in termini di flessibilità aziendale, sia sulla motivazione dei dipendenti, sia in una riduzione dei permessi per malattia figli.

“Per questo ho chiesto al Ministro di implementare questo strumento, rendendolo in qualche modo strutturale dopo le sperimentazioni di questi anni. Per i risultati che ha prodotto sono convinto – conclude Panizza – che possa essere un primo tassello in un’ottica complessiva di revisione di un sistema di welfare all’altezza rispetto ai tempi che viviamo e alle situazioni concrete di vita delle persone e soprattutto delle famiglie”.

Nella sua replica, il Ministro Costa ha salutato positivamente quest’esperienza, evidenziando come quello della conciliazione dei tempi di vita tra lavoro e famiglia sia un tema di assoluta importanza per favorire una ripresa delle nascite ed ha annunciato una forte iniziativa già dalla prossima Legge di Stabilità per intensificare ma anche razionalizzare e rendere più efficaci tutte le misure di sostegno per le famiglie.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136