QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente: 209 espositori alla rassegna. Pellegrini: “Evento forte per il territorio”

mercoledì, 30 marzo 2016

Riva del Garda – Grande attesa per l’undicesima edizione di ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente, in programma da venerdì 1 a domenica 3 aprile al quartiere fieristico di Riva del Garda (Trento).

Il direttore dell’Ente fieristico di Riva del Garda, Giovanni Laezza, e il presidente dei cacciatori tRiva caccia e pesca conf stamparentini Carlo Pezzato, hanno presentato a Villa Madruzzo assieme al presidente di Riva Fierecongressi, Roberto Pellegrini e all’assessore provinciale Michele Dallapiccola la rassegna. Gli interventi, coordinati da Ettore Zanon, giornalista, esperto di comunicazione, nonché membro del Comitato Scientifico della fiera, si sono concentrati sul difficile e sentito tema della caccia.

Il saluto del presidente

Il saluto di benvenuto del presidente Roberto Pellegrini ha preceduto il suo intervento:  «ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente è il terzo evento fieristico per importanza nel nostro calendario – ha detto Pellegrini – e segue ExpoRiva Schuh ed ExpoRiva Hotel tenutesi nel mese di gennaio.

«Un evento forte e consolidato, alla sua 11^ edizione, che ha saputo evolversi nel tempo grazie al costante impegno di chi è da sempre coinvolto nel progetto. «Una tre giorni fitta d’appuntamenti che esprimono, in gran parte, un altissimo tasso di territorialità, e coinvolgono numerosi soggetti del settore e del volontariato grazie soprattutto alle associazioni di categoria. «Il segreto della manifestazione è questo, non c’è dubbio!»

I numeri 
Giovanni Laezza, direttore dell’azienda fieristica e congressuale rivana ha fornito, cifre alla mano, i dati salienti di ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente: 209 espositori, di cui nove stranieri, con ben 78 trentini per questa edizione 2016.
Molti sono espositori di fuori provincia, il che sta a significare l’importanza che il nostro evento ha assunto negli anni.
«Siamo – ha detto espressamente il direttore – sul podio delle prime tre fiere di settore in Italia, e ne andiamo orgogliosi.
«La nostra manifestazione ha assunto una sua specifica identità dove l’approccio alla caccia, è volto alla salvaguardia del territorio e dell’ambiente riassumibile con il concetto: meno spari, più selezionati.

«Non è da meno l’atteggiamento della fiera verso la pesca, settore che si rivolge anche a un pubblico di turisti grazie a nuove figure professionali quali le guide di pesca che si sono recentemente formate.

«Che cosa troveranno gli appassionati? Di tutto e di più, il programma è ricco di momenti dedicati. Dal gemellaggio tra le cacciatrici trentine-alto atesine-austriache, ai corsi di pesca con la mosca per sole donne, dalla presenza di oltre 600 cani in rappresentanza di ben 124 razze diverse, al premio Mario Rigoni Stern per la Letteratura Multilingue delle Alpi.»

Gli eventi di ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente 
Il concorso video «Tell me Fhising» e ora anche fotografico «Like a Photo», la mostra antibracconaggio, le mezzore con l’esperto dedicate a temi specifici, il Trofeo Dolomiti Energia di pesca sul fiume Sarca, il folklore, i laboratori didattici per i piccoli visitatori e l’iniziativa culinaria «Salmerino Alpino», mini corsi di cucina gratuiti.

«Da questa edizione la nostra presenza è più unita – ha dichiarato il presidente dei Cacciatori Trentini, Carlo Pezzato – con un unico grande stand dell’Associazione e di tutte le settoriali.

«Da quest’anno abbiamo cercato di concentrare tutti gli sforzi in una serie di convegni dal titolo Pillole di Cultura in cui si alterneranno relatori di altissimo livello, perché è importante far passare il messaggio che non c’è caccia senza cultura.

«Sparare meno per sparare meglio, forse, può suonare male, ma è su questa strada che ci dobbiamo confrontare con il territorio e le diverse idee al suo interno.

«In questa edizione daremo molto spazio ai cambiamenti climatici, a come influenzano la nostra passione, ma anche al tema delle tante malattie che arrivano da fuori area europea. «Ecco, dunque, l’importanza della caccia di selezione unita alle nostre tradizioni nel pieno rispetto dell’ambiente.»

L’assessore Dallapiccola
L’Assessore Dallapiccola ha preso la parola sulla conclusione del presidente dei cacciatori affermando senza mezzi termini che, caccia è sì morte, ma anche passione, vita, tradizione, rispetto per l’ambiente.

«Non esiste una via intermedia a questa dicotomia, – ha detto. – Utopia? No, un possibile ragionamento ottenuto attraverso l’impegno delle associazioni, una continua ricerca delle migliori pratiche di gestione in un ecosistema trentino.

«La ricerca del giusto equilibrio tra animali e uomo, tra l’antropizzazione del territorio e la giusta popolazione animale, perché una crescita incontrollata crea problemi.

«Utilizzare la caccia di selezione è il giusto equilibrio in tutto ciò, la strada giusta da percorrere assieme. In questo, ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente, è il punto di riferimento.»

L’appuntamento con gli appassionati di ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente è quindi fissato per il weekend, con apertura venerdì 1 aprile alle 14.30 presso i padiglioni del Centro Fieristico di Riva del Garda.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136