QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Euregio: assegnato il premio 2016 a due giovani ricercatori. Le motivazioni

domenica, 21 agosto 2016

Alpback - Assegnato il Premio 2016 a due giovani ricercatori dell’Euregio che studiano a Bolzano e Innsbruck.  Nella prima delle giornate dedicate al Tirolo, che quest’anno hanno come tema “Progresso economico attraverso il rafforzamento dei legami di innovazione nell’Euregio”, oggi al Forum di Alpbach è stata premiata l’innovazione dei ricercatori euroregionali under 35. Si tratta di un’iniziativa transfrontaliera giunta alla quinta edizione e promossa dalle Camere di commercio dell’Euregio con tre premi da 2mila, mille e 500 euro. Sei i finalisti del concorso 2016 al quale hanno partecipato 19 giovani ricercatori.

Euregio

(Da sinistra nella foto, i giovani ricercatori candidati e vincitori: Katharina Crepaz, Michael Volgger (terzo premio), Ksenia Morozova (primo), Michele Brighenti, Roberta Rosa e Daniela Lobenwein (primo)

Il primo premio è andato ex aequo a due ricercatrici: Daniela Lobenwein della facoltà di medicina dell’Università di Innsbruck (per una ricerca sul trattamento di shock nella mancata vascolarizzazione del midollo) e Ksenia Morozova della Libera università di Bolzano (tecnologia degli alimenti, con studio sulle modificazioni metaboliche dell’uva nella fase di fermentazione). A Michael Volgger dell’EURAC di Bolzano è stato attribuito il terzo premio per uno studio sul turismo. Presenti ad Alpbach alla cerimonia i presidenti della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher e del Land Tirolo Günther Platter e l’assessora provinciale trentina Sara Ferrari.

Il GECT (Gruppo europeo di cooperazione territoriale) dell’Euregio “punta molto sulla ricerca per potenziare ulteriormente la collaborazione scientifica transfrontaliera attraverso progetti comuni che mettono sempre più in rete i nostri territori e le nostre eccellenze”, ha ricordato il presidente Kompatscher. Per questo il GECT ha istituito nel 2014 il Fondo Euregio per la ricerca, al fine di promuovere progetti interregionali di livello internazionale. Prevede uno stanziamento annuo di 1 milione di euro. È stato inoltre creato un Fondo Euregio per la mobilità, la cui dotazione aggiuntiva di 100mila euro l’anno va a promuovere la mobilità degli studenti e dei docenti fra gli atenei di Innsbruck, Bolzano e Trento e l’organizzazione di seminari interregionali.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136