QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Egna, due nuovi ponti sull’Adige e sulla A22 del Brennero

martedì, 6 dicembre 2016

Egna – Due nuovi ponti su Adige e A22. Via libera alla convenzione per demolire e ricostruire due ponti sul fiume Adige e sulla A22 nel Comune di Egna. Opere co-finanziate da Provincia e Autobrennero.ponte-egna-1

Nella foto il rendering del nuovo ponte sul fiume Adige, a Egna. Nella zona di via stazione a Egna, due ponti saranno demoliti e ricostruiti: il primo attraversa il fiume Adige, il secondo è invece un sovrappasso sul tracciato dell’autostrada del Brennero. “Le due strutture – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Florian Mussner – sono troppo strette e non riescono più a rispettare gli standard necessari alla luce dei flussi di traffico. Inoltre, va eliminato ogni tipo di rischio in caso di alluvioni”. Per questo motivo, la Giunta provinciale ha approvato oggi (6 dicembre) la sottoscrizione di un’apposita convenzione con Autobrennero SpA che definisce non solo le caratteristiche tecniche degli interventi, ma anche la parte relativa al finanziamento e alla futura manutenzione.

“I costi saranno per il 60% a carico della Provincia – ha spiegato il presidente Arno Kompatscher – e per il restante 40% a carico di A22, la quale si occuperà anche della parte relativa alla gara d’appalto, che speriamo si riesca a concludere nel più breve tempo possibile”. “Il ponte che attraversa l’Adige – aggiunge Mussner – prevede un investimento di 7,8 milioni di euro, mentre per quanto riguarda il ponte sulla A22 i costi saranno di 6,1 milioni”. Oltre alla carreggiata stradale, le due opere saranno dotate anche di passaggi pedo-ciclabili. Il ponte sull’Adige avrà una campata di 81,2 metri e una larghezza complessiva compresa tra i 15 e i 20,68 metri, mentre per quanto riguarda il ponte sulla A22, la campata sarà di 46 metri e l’ampiezza di 14,36 metri. Con la firma della convenzione, potranno essere avviate le procedure di esproprio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136