QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Effetto Universiadi: in Trentino cresce il turismo

sabato, 22 febbraio 2014

Trento – Un turismo in crescita nella valle dei laghi  e sul Bondone. I dati, sul 2013, tracciati dall’Azienda di promozione Turistica sono positivi.
Il 2013 – secondo la nota diffusa –  si è concluso con un ottimo aumento di arrivi e presenze per il turismo di Trento, del Monte Bondone e della Valle dei Laghi. I pernottamenti negli ultimi 12 mesi nel comparto alberghiero salgono del 8,79% toccando quota 501.039, mentre gli arrivi crescono del 4,7% per un totale di 216.166 unità. Sempre negli esercizi alberghieri luglio e agosto sono i mesi più importanti in termini di presenze: il primo  con 58.624 (+19,71%) e il secondo con 62.675 (+giacomello foto universiade10,05%) mentre i mesi con i maggiori incrementi sono, invece, settembre e dicembre, due periodi in cui il territorio è stato grande protagonista di eventi internazionali come il Campionato mondiale per cicloamatori e le Universiadi. La città di Trento registra invece la migliore performance nel mese di settembre con un +27%. 

Nell’ambito territoriale di competenza, il 2013 si chiude con un dato record di 978.631 presenze e 273.989 arrivi con una permanenza media di 3,57 giornate.

 IL COMMENTO DELL’APT 
“I dati dimostrano che i grandi eventi sono un ottimo volano per il turismo del nostro territorio – commenta la direttrice dell’Azienda per il Turismo Elda Verones – manifestazioni importanti come il Campionato Mondiale Cicloamatori e le Universiadi non hanno solo un impatto rilevante sulla promozione dell’immagine a livello internazionale, ma incidono in maniera molto positiva sulle presenze e sull’allungamento della permanenza media. È innegabile, dunque, che attivino un positivo circuito promozionale i cui effetti si protraggono nel tempo”. A far segnare il miglior risultato è certamente la città capoluogo, ormai meta affermata nel panorama turistico italiano ed estero.

I NUMERI

Il capoluogo archivia dodici mesi dinamici, con risultati brillanti a settembre e dicembre, grazie anche alle presenze fatte registrare dai visitatori del MUSE e dei Mercatini di Natale. In crescita anche il Monte Bondone, sia sul piano dell’offerta estiva (+ 19,90 le presenze negli esercizi alberghieri) che su quello dell’offerta invernale (+ 30,86 le presenze negli esercizi alberghieri nel mese di dicembre).

TRENTO
Tra gennaio e dicembre 2013 gli arrivi totali negli alberghi cittadini sono 172.512 (+2,90%) e le presenze 342.106 (+8,20%). Il mese migliore in termini di pernottamenti è settembre con 40.055 (+27,01%), Il trend è positivo in tutti e dodici mesi dell’anno, ma è grazie ai numerosi eventi, come La Leggendaria Charly Gaul Trento Monte Bondone, il Campionato Mondiale per Cicloamatori  Final Trento 2013, le Winter Universiadi e i Mercatini di Natale e la qualificato offerta museale con il nuovo MUSE che il turismo dimostra grande dinamicità: da luglio a dicembre la città del Concilio registra ottime presenze e importanti incrementi percentuali, costantemente oltre il 10%. L’organizzazione di eventi di valenza internazionale è evidente nell’analisi dei dati statistici: la permanenza media si allunga e le variazioni percentuali per l’estero sono notevoli. I turisti stranieri fanno registrare a dicembre un +149,64% (10.008 presenze) e a settembre il dato è altrettanto positivo +55,94% (22.183 presenze), in quest’ultimo caso grazie ai Mondiali Cicloamatori. Gli arrivi e le presenze totali nel periodo gennaio-dicembre 2013 sono state rispettivamente 210.157 (+2,44%) e 671.844 (+6,10%). Il mercato di riferimento rimane quello italiano, ma arrivi e presenze dall’estero crescono ogni anno, confermando buoni livelli.

Le principali provenienze nelle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere della città sono nell’ordine il Veneto, la Lombardia, il Lazio e l’Emilia Romagna. Tutti i principali bacini di provenienza extra regionale sono in crescita rispetto al 2012 e confermano la graduatoria stilata l’anno scorso. Il Veneto rafforza la propria leadership con 102.489 presenze (+1,18%), mentre Lombardia (72.385 presenze – +4,92%), Lazio (32.350 – +9,91%) ed Emilia-Romagna (30.666 presenze  +9,47%) aumentano il proprio contributo al turismo trentino. Interessanti balzi in avanti anche per Toscana e Liguria, rispettivamente con 17.927 (+16,39%) e 7.688 (+34,41%) presenze. Anche per quanto riguarda le provenienze dall’estero Germania e Stati Uniti si confermano nei primi posti. Germania (44.031 presenze – +11,46%) e Stati Uniti (9.640 presenze – +31,51%) con un’interessante incremento rispetto all’anno scorso. A seguire i Paesi Bassi (6.852 – +4,15%). In generale si registra un quadro positivo per Austria (6.663 – +6,54%), Francia (6.347 – +25,06%), Svizzera (6.325 – +13,13%), Gran Bretagna (5.775 – +16,41%), Belgio (4.542 – +16,94%), Russia (3.711 – +82,45%), Svezia (3.102 – +74,07%), Australia (2.501 – +66,73%), Canada (2.310 – +68,61%), Danimarca (2.066 – +21,67%), Giappone (1.918 – +86,39%), Slovenia (1.150 – +166,82%), Sud Africa (352 – +68,42%) e l’area baltica (presenze raddoppiate).

MONTE BONDONE
Sul Monte Bondone l’inverno è cominciato bene: a dicembre si registrano 18.483 presenze (+30,86%) e 5.268 arrivi (+7,62%) negli hotel, un andamento positivo, sul quale hanno influito positivamente le Universiadi. Rispetto a dicembre 2012, infatti, arrivi/presenze dall’estero mostrano decise variazioni percentuali: 1.303 arrivi (+61,86%) e 7.451 presenze (+108,36%). L’analisi annuale conferma, invece, la doppia stagionalità del Monte Bondone, in termini di presenze i mesi invernali restano i più forti, in particolare febbraio (+27,5% degli arrivi pari a 5.165 e +14% delle presenze pari a 24.417) e marzo (+47,7% pari a 5.641 arrivi e + 14,4% pari a 20.885 presenze), mentre per l’estate luglio è il mese migliore con 18.022 presenze (+43,03%), anche in questo caso riconducibile a manifestazioni sportive di grande importanza come la Leggendaria Charly Gaul. In termini di variazione percentuale settembre fa registrare 5.824 presenze con un +48,88% grazie al Mondiale Cicloamatori.

In linea con l’andamento del territorio anche la Valle dei Laghi: gli alberghi registrano dati positivi soprattutto a partire dai mesi estivi. Punte interessanti in particolare a settembre e novembre (2.012 – +120%). Luglio e agosto i mesi più forti dal punto di vista delle presenze con rispettivamente 3.096 e 5.404 pernottamenti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136