QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

DoloMystic: premio speciale Unesco a Günther Pitscheider

domenica, 5 novembre 2017

Bolzano - Günther Pitschieder ha ottenuto il primo posto tenendo testa agli oltre 50 artisti partecipanti al concorso fotografico DoloMystic. Si è aggiudicato così anche il Premio Speciale per l’Alto Adige “Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO – DolomitArt DoloMystic”, dotato di 500 euro.

mysticAl secondo posto è giunto Gabriel Grunser di Dobbiaco. Terzo piazzamento per Walter Hackhofer, anche di Dobbiaco. Quarto premiato Martin Brugger di San Giorgio, mentre è giunto quinto Alfred Erardi di Casteldarne. Tra gli artisti nominati Erich Gutweniger di Dobbiaco, Elena Zibler di Frechen (D) e Ulrike Rehmann di Dobbiaco.

L’attribuzione del premio è stata decisa da una giuria composta da un rappresentante della Fondazione Dolomiti UNESCO, Sepp Hackhofer, fotografo naturalista e collaboratore dell’Ufficio parchi naturali, dalla giornalista e critica d’arte, Nina Schröder, entrambi di Brunico, e dal fotografo Fabian Kraler di Tesido. Secondo i giurati, quella di Pitscheider è una fotografia nel vero e proprio senso della parola. Sembra, infatti, dipinta con la luce. Il fotografo riesce a creare un’atmosfera estremamente mistica anche grazie alle tonalità degradanti di grigio.

Il Premio speciale Unesco

La Fondazione Dolomiti UNESCO ha istituito questo riconoscimento al fine di promuovere un’opera fotografica che documenti e illustri in maniera originale la consapevolezza delle comunità rispetto agli eccezionali valori universali riconosciuti da UNESCO. Da quest’anno ogni provincia delle Dolomiti patrimonio Unesco ha indetto un premio analogo per un concorso volto a sensibilizzare sulle Dolomiti bene dell’umanità.

Mostra aperta fino al 15 gennaio

La cerimonia ufficiale di consegna del Premio Speciale per l’Alto Adige “Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO – DolomitArt DoloMystic” si svolta questa sera, sabato 4 novembre presso la Biblioteca Hans Glauber a Dobbiaco, in concomitanza con l’inaugurazione della mostra delle opere in concorso. L’evento è stato accompagnato dalla messa in scena della saga sui mondi di specchio “Spiegelwelten” con l’interpretazione del racconto della storia di Dona Dindia a cura di Heike Vigl, interpretato con una performance da Mirrow-ra, mentre Reinhilde Gamper ha accompagnato lo spettacolo eseguendo composizioni di Manuela Kerer.

La mostra, ospitata presso la sede della Biblitoca Hans Glauber, in via Fratelli Baur 5b a Dobbiaco, resterà aperta fino al 15 gennaio 2018, nelle giornate e durante l’orario di apertura della biblioteca  www.dolomitart.com

Iniziativa del progetto DolomitArt

Il concorso fotografico DoloMystic è stato promosso congiuntamente dal Comitato per l’istruzione di Dobbiaco, assieme alla Biblioteca “Hans Glauber” e al Parco naturale Tre Cime, sotto il patrocinio della Fondazione Dolomiti UNESCO, nell’ambito delle iniziative di DolomitArt. DolomitArt è un progetto, avviato nel 2015, al fine di mettere in risalto le peculiarità esistenziali, culturali, emozionali e spirituali del legame dell’uomo alla montagna. Si articola in iniziative di vario taglio che puntano a correlare creatività, protezione dell’ambiente e stile di vita alpino, con specifica attenzione all’area Dolomiti patrimonio mondiale Unesco. Quest’anno le iniziative si incentrano sul tema legato ai miti, alla mistica e alla magia della montagna.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136