QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Disinnescate le bombe di aereo a Campo Trens: strade riaperte

domenica, 3 luglio 2016

Campo Trens – Concluso con successo oggi a Campo Trens il disinnesco di due bombe d’aereo della Seconda guerra mondiale. Strade riaperte intorno alle 11.30.

Nel comune di Campo Trens si è conclusa oggi intorno alle 10.30, senza particolari problemi, l’operazione Torrens Secundus, che ha visto il disinnesco di due ordigni bellici da 2000 libbre rinvenuti in zona Wolf, a ridosso dell’A22 e della linea ferroviaria. L’operazione è stata condotta con successo dagli artificieri del 2° Reggimento Guastatori di Trento guidati dal colonnello Luigi Musti. All’intervento hanno partecipato complessivamente circa 200 tra militari, operatori, tecnici e forze dell’ordine.

La centrale operativa, allestita nella caserma dei vigili del fuoco di Vipiteno, è stata aperta alle 5.45, coordinata da Claudio Naldi, Capo di Gabinetto del Commissariato di Governo. Qui le varie fasi dell’intervento sono state concordate in collaborazione con forze dell’ordine e servizi tecnici: carabinieri, polizia, guardia di finanza, vigili del fuoco, protezione civile, esercito, servizio strade e forestale, Autobrennero, Ferrovia, società energetiche, amministrazioni comunali di Campo di Trens, Vizze e Vipiteno.

Le operazioni di despolettamento sono iniziate alle 7.30, dopo che era stata completata l’evacuazione di 2.780 persone nel raggio di 3 km. Di queste, circa 250 sono state ospitate nel padiglione delle feste e nel parco comunale di Val di Vizze, frazione Prati di Vizze dove è stato anche previsto un punto informativo a cura del 2° Reggimento Guastatori di Trento, che ha fornito informazioni sullo svolgimento delle operazioni. La fase di despolettamento e di trasporto è durata circa 3 ore. La prima bomba è stata disinnescata intorno alle 9.20, la seconda alle 10.31. Le bombe di aereo americano, lunghe 1,72 metri e con diametro di 0,59 metri e una tonnellata di peso, sono state trasportate nelle polveriera di Stilves, interrate e fatte esplodere.bombe Foto USP:Maja Clara

La circolazione stradale sull’A22 del Brennero è rimasta sospesa dalle 7 per ripendere regolarmente alle 11.33, una volta ultimato il trasporto a Stilves della seconda bomba. Nell’area interessata sono state chiuse anche la Statale del Brennero, le strade provinciali e la Statale Passo Pennes-Vipiteno. La circolazione ferroviaria è rimasta interrotta tra Fortezza e Vipiteno nella fascia oraria 7.30-10.30. Tutti gli oltre 100mila utenti dell’app meteo della Provincia hanno ricevuto dall’Agenzia di protezione civile l’avviso di inizio e fine dei divieti di circolazione. Le comunicazioni sono state assicurate anche via radio dalla Centrale viabilità della Provincia. Questo tipo di disinnesco, ha spiegato il direttore dell’Ufficio provinciale protezione civile Günther Walcher, viene organizzato di norma la domenica quando non circonao mezzi pesanti ma quasi esclusivamente traffico del tempo libero. Inoltre le prescrizioni militari prevedono che simili operazioni vengano effettuate alla luce del giorno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136