QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad


Discesa libera di Bormio: cancellata la seconda prova. Stasera il ricordo di Poisson, domani la gara

mercoledì, 27 dicembre 2017

Bormio – La seconda prova cronometrata della discesa di Bormio, dopo un primo rinvio dalle 11.45 alle 12.30, è stata cancellata. Gli atleti hanno effettuato la ricognizione di prassi perché la pista è stata pulita dalla nevicata della notte, ma gli organizzatori ed i responsabili della Fis hanno deciso l’annullamento per la scarsa visibilità nella parte alta della pista Stelvio.

Un miglioramento delle condizioni metereologiche è previsto domani alle prime ore del giorno, quindi il programma della Coppa del Mondo maschile a Bormio rimane inalterato, con la discesa alle ore 11.45. Dopodomani la combinata con la discesa prevista alle ore 11.30 e lo slalom alle ore 15.

Intanto questa sera alle ore 18, durante la cerimonia di consegna dei pettorali di partenza della discesa di domani verrà ricordato il discesista francese David Poisson, perito tragicamente il 13 novembre durante un allenamento nella località canadese di Nakiska pochi giorni prima dell’esordio delle prove veloci della Coppa del Mondo a Lake Louise. Al presidente della federazione francese Michel Vion verrà consegnata una targa con le immagini di vita e di sport del campione transalpino amato da tutti e che ai Mondiali di Bormio 2005 si era fatto conoscere con il nono posto in superG.

DOPO LA DISCESA DEI CAMPIONI SI TUFFANO I FUTURI VELOCISTI

Domani sera, dopo la discesa di Coppa del Mondo, sulla parte finale della pista Stelvio si aprirà uno spicchio di futuro. Alle ore 17 è infatti in programma il “Vitalini Speed Contest”, gara riservata ai ragazzi dai 9 ai 12 anni degli sci club lombardi organizzata dall’ex velocista azzurro. Non è una discesa, ma un test di velocità. La pista salirà dall’arrivo della discesa di Coppa all’inizio del bosco.

Circa 300 metri con 30 nella parte finale cronometrata. Vincerà chi sfreccerà più veloce in questo tratto. Saranno oltre 200 i ragazzi in gara. “E’ un’occasione di divertimento per i ragazzi – spiega Pietro Vitalini – ma soprattutto per far capire alle famiglie che la velocità, se si prende la necessaria confidenza, non è pericolosa”.

Quella di Bormio è solo una delle cinque tappe del circuito organizzato dall’ex azzurro ora imprenditore nel ramo dell’abbigliamento tecnico sportivo. Le altre sono in programma a St. Moritz (Svi), Montecampione, Madrid (in un impianto indoor) e a Cogne (dedicato allo sprint del fondo). E’ una chiave per trovare i futuri campioni? Speriamo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136