QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Darfo Boario Terme, recupero tetto di due chiese: avviato piano di interventi per valorizzare e conservare il patrimonio

sabato, 25 febbraio 2017

Darfo – L’Amministrazione Comunale di Darfo Boario Terme ha avviato un piano di intervento di conservazione del patrimonio con il recupero del tetto delle due chiesette: del Conventone e della Consolata.

Ezio Mondini sindacoDarfoAgli atti risulta “Chiesa della Visitazione di Maria Vergine”, ma per tutti è la chiesetta del Conventone. Siamo parlando dell’edificio annesso all’antico convento settecentesco delle suore del Sacro Cuore di Gesù oggi sede di eventi culturali.

Uno dei principali impegni che abbiamo assunto in occasione del nostro mandato è identificabile nella conservazione e manutenzione costante e programmata del patrimonio comunale – apre il sindaco della Città, Ezio Mondini -. Riteniamo che questo metodo di gestione possa consentire di pianificare interventi non significativi da un punto di vista economico, ma che permettono la salvaguardia duratura dei nostri edifici”.

Nel complesso, - aggiunge l’assessore ai Lavori Pubblici, Grazioso Pedersolila chiesa si presenta in un buon stato di conservazione, se non fosse per infiltrazioni dal tetto che rendono necessario un intervento urgente di messa in sicurezza”.

Così, dopo l’assegnazione dei lavori dei giorni scorsi, sarà avviato il cantiere che vedrà la rimozione dell’attuale manto di copertura con il recupero dei coppi ancora in buono stato e la sostituzione di quelli rotti e la posa, su tutto il cornicione esterno, di  nuove grondaie in rame. All’interno, sono previsti lavori di restauro conservativo degli affreschi della volta ottocentesca per un investimento complessivo di 51.000Euro a carico del bilancio comunale.

Queste opere – continua l’assessore alla Cultura, Giacomo Franzonioltre che a un recupero del patrimonio, mirano anche alla valorizzazione e al potenziamento della fruibilità della struttura. Oggi, la vicinanza con la Biblioteca, centro di aggregazione culturale soprattutto per giovani, ha reso la chiesetta un punto di riferimento della vita culturale cittadina, creando un polo culturale in crescita. Per queste ragioni sono in previsione  anche opere interne relative all’impianto di riscaldamento, di miglioramento dell’acustica e dell’illuminazione al fine di un ottimale utilizzo polifunzionale”.

Solo di carattere conservativo (almeno per il momento) il previsto intervento di risanamento della ex chiesetta della “Consolata” per il quale sono stati stanziati circa 110mila euro.

Purtroppo - conclude l’assessore Pedersoli – la mancata manutenzione di tanti hanno fatto sì che  la copertura della ex chiesetta versi, oggi, in condizioni di elevato degrado rendendo la struttura addirittura pericolante in alcuni punti e non idonea ad alcun utilizzo in sicurezza. In un futuro, ci piacerebbe proseguire l’intervento ed eseguire anche i lavori del fabbricato allo scopo di prevederne un utilizzo polifunzionale”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136