QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Darfo Boario Terme: investimenti per il turismo sportivo. Al via i lavori allo stadio comunale

martedì, 27 settembre 2016

Darfo Boario Terme – Altri investimenti per il turismo sportivo. Pronti al via i lavori di riqualificazione dello stadio di via Rigamonti. Ok della Fidal alla pista di atletica. A fine ottobre sarà aperto il cantiere per i lavori di ristrutturazione allo stadio comunale di Darfo e resterà aperto per tre mesi. Sarà rifatta la pista di atletica: per un investimento di 400mila euro messi a disposizione dal Bim di Valle Camonica e 50mila euro del Comune: il polo sportivo dunque avrà una pista di atletica a sei corsie che la Federazione Italiana di Atletica leggera ha classificato di tipo B, quindi in grado di ospitare gare a livello nazionale. Attualmente, sono 15 le associazioni sportive che utilizzano lo stadio con un afflusso di almeno 1.500 atleti e 3000 studenti e il rifacimento della pista di atletica rientra in un progetto più ampio di miglioramento dello stadio comunale che, nel caso in cui la squadra di calcio del Darfo Boario dovesse raggiungere categorie superiori, prevede anche un ampliamento delle tribune.

Ezio Mondini sindacoDarfo

Cinquant’anni di stadio comunale, cuore pulsante dell’attività sportiva cittadina e valligiana. Decenni nel corso dei quali migliaia di persone e decine di scuole, associazioni e società sportive hanno usufruito dei suoi servigi. Ora, è giunto il tempo di cancellare definitivamente  i segni  del tempo.

“La nostra città, con il complesso termale, si presenta agli occhi del visitatore e del turista come la Città della Salute- afferma il sindaco di Darfo Boario Terme, Ezio Mondini (nella foto) – Una vocazione turistica che si è espressa, in questi anni, nella promozione di eventi sportivi anche nazionali, capaci di portare a Boario migliaia di turisti e attrarre l’attenzione di molti appassionati. Questo nuovo intervento si colloca proprio nella volontà di promuovere in maniera sempre più strutturata o programmata una proposta turistica sportiva di livello nazionale e oltre”.

I lavori di riqualificazione, commissionati e realizzati dal Comune, sono parte di un più ampio progetto che consente di completare la dotazione complessiva delle strutture sportive territoriali considerata la valenza polifunzionale dell’impianto, la fruizione delle migliaia di studenti della Valle e delle molteplici società sportive del territorio. Infatti, l’intero complesso, confinante con la piscina coperta (oggetto proprio in questi giorni di un importantissimo intervento di riqualificazione impiantistica e funzionale) ed il parco acquatico e armonicamente inserito nella pista ciclabile che segue il fiume Oglio, si pone come riferimento per le attività sportive della Vallecamonica e l’organizzazione di altri importanti eventi  sportivi.

darfo-boario-campo-sportivo

“La realizzazione di quest’opera, vista nel suo complesso in relazione ai fruitori attuali e futuri ne denota il forte carattere comprensoriale  – dichiara Oliviero Valzelli, Presidente del BIM Vallecamonica- Sarebbe miope una visione che legge l’intervento solo in ottica cittadina. È noto a tutti l’utilizzo della pista da parte di associazioni sportive della Valle, dalla Polisportiva disabili all’Atletica Vallecamonica alla Corrintime e molte altre ancora che coinvolgono più di 1500 atleti valligiani.”

“A questo  si aggiunge l’ampliamento e integrazione dell’offerta turistica sportiva della Valle –continua il Presidente dell’Ente comprensoriale-  È, quindi, una scelta che si pone su un piano territoriale ampio per la strutturazione di un servizio che interessa giovani, disabili, famiglie e turismo: temi sui quali l’intervento deve essere ragionato in termini complessivi, strutturato e coordinato a livello comprensoriale.”

 “Lo stadio è fulcro di attività sportive di scuole, associazioni e società dilettantistiche non solo cittadine, ma dell’intera Valle –dichiara Giacomo Franzoni, Assessore allo Sport di Darfo Boario Terme –   oltre a migliorare il servizio ai nostri sportivi, il nostro obiettivo è quello di far crescere le opportunità di accoglienza per il territorio: per questo, in occasione del rifacimento pressoché completo dell’impianto di atletica, ci siamo attenuti alle linee guida della FIDAL (Federazione Italiana Atletica Leggera) al fine di poter omologare la pista di atletica in classe B -la classe più elevata prevista dalla FIDAL per le piste a 6 corsie-: ciò consentirà di candidare la nostra città ad ospitare gare di livello nazionale”.

Gli interventi previsti ammontano a circa 450mila euro, di cui il 10% circa grava sul bilancio comunale, mentre 400 mila euro sono frutto di un finanziamento da parte del BIM Vallecamonica, proprio in virtù del valore comprensoriale dell’impianto.

Le opere, in assegnazione ad una impresa specializzata nel settore, prenderanno il via a breve.

“La natura dei lavori  –specifica l’Assessore di partita- non influisce sull’utilizzo dello stadio dal Darfo Calcio che potrà tranquillamente giocare in casa le partite in calendario in piena sicurezza per giocatori e tifosi. Peraltro, l’esecuzione richiede tempi piuttosto limitati (due-tre mesi, in funzione delle temperature), al termine dei quali stiamo pensando ad una inaugurazione nella quale saranno coinvolte tutti i soggetti fruitori della pista” .

Le opere prevedono il rifacimento del cordolo e della canaletta interna dell’anello, di parte della cordonatura a delimitazione della pedana salto in alto e della pedana di salto in lungo. Inoltre, saranno completamente rifatti gli impianti di salto in lungo e la fossa dei 3.000 siepi, mentre la pista di salto in alto sarà allungata con una nuova zona di caduta e sarà realizzata una zona appoggio materasso.
Ancora, verranno sistemate le pedane  lanci e sarà completamente rinnovato il manto sintetico utilizzando una resina poliuretanica e gomma con componenti di  colore rosso. Con l’occasione sarà posta una  nuova gabbia martello-disco e una nuova  cassetta di salto in lungo.

“Il nostro auspicio – sottolinea l’Assessore Franzoni- è che la completezza della proposta possa davvero permettere l’organizzazione di numerose altre manifestazioni e, altrettanto, ci piacerebbe che venissero implementati i corsi e le attività sportive rivolte ai nostri ragazzi che già si svolgono presso l’impianto:  dai corsi sportivi di atletica leggera giovanile a quelli di Nordic Walking o Summer training”.

 “In una visione complessiva delle azioni, va segnalato che l’impianto è collocato sul tracciato del percorso ciclopedonale della Valle Camonica e dell’itinerario ciclabile Tonale-Po, favorendo collaborazioni attive per la pratica sportiva con i notevoli benefici che ne derivano. Siamo convinti  che questo intervento creerà un virtuoso circuito di sviluppo turistico ed economico, aumentando l’attrattività della nostra stazione termale e di tutto il territorio –conclude il Sindaco Mondini – Inoltre, il progetto complessivo si compone anche di una sistemazione della viabilità e dei parcheggi esterni adiacenti l’ingresso spettatori, sistemazione che è in corso di sviluppo in sinergia con Vallecamonica Servizi, nell’ambito della rivisitazione dell’ingresso ai propri uffici. Ma questo sarà oggetto di una comunicazione più specifica e dettagliata a breve”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136