QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Darfo Boario Terme: incontro per volontarie del Centro Antiviolenza

venerdì, 15 luglio 2016

Darfo Boario Terme – Percorso formativo per operatrici volontarie per accogliere le donne in difficoltà. Grazie alla collaborazione con l’Associazione “La Casa delle Donne” sarà presentato nella cittadina camuna, il percorso formativo per le volontarie.

Baorio Darfo municipio

Il prossimo 25 luglio alle 20,30, presso la sala comunale dell’ufficio tecnico in via Lorenzetti, si terrà un incontro di presentazione del percorso formativo per operatrici volontarie addette all’accoglienza di donne in difficoltà. Il percorso è destinato alle donne che intendono collaborare con il Centro Antiviolenza del territorio, in particolare nella fase di accoglienza, allo sportello, di donne vittime di violenza fisica, psicologica, economica o di stalking. Dalla sua apertura, il centro antiviolenza di Darfo ha accolto un numero sempre maggiore di donne, quindi necessita di più operatrici volontarie, sia per rispondere meglio alle richieste di aiuto che per rendere autonomo il centro ed eventualmente per ampliare gli orari di apertura.

“Chi accoglie le donne vittime di violenza svolge un ruolo estremamente delicato che richiede una preparazione specifica molto seria, non basta la buona volontà.- dichiara Doralice Piccinelli, delegata alle Pari Opportunità per il Comune di Darfo Boario Terme – Per questo, le volontarie che si metteranno a disposizione affronteranno il percorso formativo comprendente una necessaria base teorica e un tirocinio presso lo sportello del centro antiviolenza”.

Il percorso sarà in gran parte gestito dalla “Casa delle Donne di Brescia” che, ancora una volta, metterà a disposizione la propria esperienza sul campo e le diverse professionalità di cui dispone, affinate nel corso degli anni.

“Ci auguriamo che l’invito raggiunga tutte le donne che desiderano dedicare una parte del proprio tempo libero a questa speciale attività di volontariato attraverso la quale potranno dare un aiuto concreto ad altre donne in difficoltà con un’azione attenta e rispettosa, volta all’ accoglienza, all’ascolto e all’orientamento di chi chiede aiuto. Più operatrici volontarie ci saranno più efficace e tempestivo sarà l’aiuto offerto dal centro” aggiunge Doralice Piccinelli. Durante la serata di presentazione, le aspiranti volontarie potranno esprimere indicazioni e proposte circa l’organizzazione e i tempi di realizzazione del corso.

“È stata scelta questa modalità per mettere in condizioni il maggior numero possibile di persone di partecipare, formarsi e quindi offrire il proprio prezioso contributo” conclude il Consigliere delegato alle Pari Opportunità.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136