QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Da ‘Scopri la Valtellina’ la promessa di Maroni: “A fine luglio la nuova statale 38″

martedì, 16 luglio 2013

Aprica –  Una buona notizia arriva per residenti e turisti della Valtellina. Presto ci sarà l’apertura di un tratto della nuova statale 38. “Verrò presto in Valtellina, per la fine di luglio, perché entro questa data verrà inaugurato il primo tratto della Strada Statale 38, un’opera fondamentale sulla quale le istituzioni, Provincia in testa, si sono molto impegnate. E’ un avvenimento importante che da il segnale dell’attenzione che le istituzioni hanno nei confronti di una valle straordinaria come questa”. Lo ha detto il Presidente
della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo questa mattina, nella sede del Touring Club di Milano, alla presentazione della campagna multimediale ‘Scopri la Valtellina’.SAM_3344

“Ho voluto portare il mio sostegno a questa iniziativa – ha detto il governatore perchè so quanto impegno le istituzioni del territorio hanno messo nella campagna lanciata oggi e nel sostegno alle imprese del territorio. La Regione – ha dichiarato Maroni – è vicina
alla Valtellina e alla provincia di Sondrio, e vuole fare il possibile per aiutare la ripresa dopo gli eventi naturali che hanno danneggiato il sistema economico valtellinese”.

Il presidente ha ricordato l’istituzione di unariserva di 5 milioni di euro sul fondo ‘Credito adesso’ per la provincia di Sondrio e 13 Comuni del Lecchese. “Nella fase di emergenza successiva alla frana – ha continuato Maroni – siamo intervenuti direttamente, sostituendoci a chi avrebbe dovuto farlo, contribuendo alla soluzione del problema e garantendo un transito viabilistico regolare. Inoltre – ha proseguito, confermando la collaborazione con Comuni e Provincia – il Consiglio regionale ha presentato e approvato una mozione che impegna la Giunta a sollecitare Anas e Governo per il completamento dello svincolo di Dervio”.

“La Valtellina e Valchiavenna da sempre rappresentano l’eccellenza della montagna lombarda. Sport, cultura, arte, enogastronomia e artigianato, attività e servizi calati in un contesto naturale e paesaggistico che rappresenta il nostro vero e unico patrimonio, un patrimonio non rinnovabile e per questo da tutelare secondo una logica di sviluppo sostenibile”, ha dichiarato Massimo Sertori, Presidente della Provincia di Sondrio.

“Dopo decenni si sta, dunque, colmando un vuoto infrastrutturale che da sempre penalizza Valtellina e Valchiavenna. Collegamenti più veloci, quindi, ma anche un nuovo progetto, una visione di quella che sarà l’offerta turistica della nostra Valle”, ha aggiunto il presidente della Provincia, presente a Milano per ’Scopri la Valtellina’, progetto di promozione del territorio voluto da Provincia, Camera di Commercio e Categorie, infatti,  che si propone un innovativo metodo di lavoro in grado di potenziare l’offerta turistica in base a criteri di qualità ed efficacia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136