QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Crisi, manifestazioni nel Bresciano: preoccupa la situazione dell’azienda Brandt, il 30 aprile fine della cassa integrazione

lunedì, 31 marzo 2014

Verolanuova - La Lega Nord interviene in merito alla perdurante situazione di crisi della Brandt di Verolanuova, oggetto stamane di una manifestazione dei sindacati presso gli uffici dell’assessorato al lavoro della provincia di Brescia, attraverso una richiesta di audizione dei sindacati e delle RSU in IV Commissione attività produttive in Regione Lombardia.foto valle camonica

“A fine mese termineranno gli ammortizzatori sociali ed il rischio concreto è che 400 persone rimarranno senza nessuna forma di reddito” sostiene Fabio Rolfi vicecapogruppo regionale della Lega Nord che ha richiesto l’audizione. “Vogliamo porre all’attenzione di Regione Lombardia la situazione  decisamente preoccupante della Brandt in una realtà sociale ed occupazionale già compromessa come quella della bassa bresciana dove sono decine le aziende chiuse e centinaia le persone ora senza reddito. E’ necessario coordinare gli sforzi istituzionali per trovare una soluzione al fine di tutelare i lavoratori e rilanciare il sito dal punto di vista produttivo.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136