QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Corvatsch: Van de Sfroos non tradisce le attese, successo per il suo concerto al Murtel. VIDEO

sabato, 23 gennaio 2016

Corvatsch – Passano gli anni ma il successo di Davide Van de Sfroos nell’appuntamento classico all’interno delle Snow Night del Corvatsch non tramonta. Ieri sera erano in migliaia ad assistere al concerto live del cantautore comasco, che si è esibito per oltre un’ora e mezza al Corvatsch, stazione intermedia Murtel, a 2.700 metri di altitudine.

Un evento che da otto anni caratterizza la stagione invernale al Corvatsch, richiamando migliaia di appassionati dello sci e della musica nel calendario dei venerdì di sci in notturna. Sono giunti da ogni parte della Lombardia per assistere al concerto: da Livigno fino all’Hinterland milanese con diversi pullman che hanno raggiunto la località nel cuore dell’Engadina, una delle più rinomate dell’intero arco alpino. Nella photogallery alcuni scatti del concerto di ieri sera, sotto tre video.

 

Un ricco repertorio, quello proposta dal cantautore lariano, con accanto tre musicisti amici e collaboratori a supportarlo: alla chitarra Maurizio “Gnola” Glielmo, alla tastiere Lorenzo Vanini e al violino Angapiemage “Anga” Persico.

Tra una canzone e l’altra i ricordi di Davide Van de Sfroos spaziano dalla musica allo sci: “Ho rimesso gli sci da qualche anno, dopo averli abbandonati da giovane, e con stupore ho notato che riesco a fare le mie discese con pochissimo stile ma con una certa serenità”.

Dopo quasi due ore di concerto il cantautore si è commosso davanti ai suoi fan: “Quest’atmosfera è per me unica, dall’inizio quando sono entrato a quando ridiscenderò con la funicolare strapiena. Grazie a tutti voi, è stata una serata speciale”.

DAVIDE VAN DE SFROOS

Davide Van de Sfroos cresce a Mezzegra nel cuore del lago di Como. Quasi tutte le sue canzoni fanno capo al lago, al suo spirito profondo, alle sue rive sporche e pulite, alle sue luci e alle sue ombre. Le storie che raccontano hanno come sfondo i paesi rivieraschi, senza però perdere mai d’occhio la città. La maggior parte dei testi di Davide Van de Sfroos è scritta in dialetto “tremezzino” o “laghée”.

CORVATSCH

Il comprensorio sciistico conta 120 chilometri di piste, 15 impianti e 10 ristoranti di montagna. L’omonima stazione in vetta si trova a quota 3303 metri ed è la più alta delle Alpi orientali. Incomparabile è la vista panoramica sui ghiacciai con il Piz Bernina alto 4049 m e sul paesaggio lacustre dell’Alta Engadina.

VIDEO 1

VIDEO 2

VIDEO 3


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136