Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Contenimento cinghiali, Regione Lombardia pronta a varare un piano su tutto il territorio lombardo

martedì, 15 gennaio 2019

Darfo – “Regione Lombardia è all’opera da anni per il contenimento della presenza dei cinghiali, al fine di tutelare l’incolumità pubblica. Lavoreremo quindi a fianco dell’Assessore regionale all’Agricoltura Fabio Rolfi su questo fronte”.

Così Federica Epis, Consigliere regionale della Lega, che commenta le strategie di Regione Lombardia per risolvere i problemi legati alla pubblica sicurezza.

“Una presenza eccessiva di cinghiali può provocare seri rischi all’incolumità dei cittadini – spiega Epis – come purtroppo abbiamo visto in recenti fatti di cronaca. Va quindi innanzitutto sottolineato come la Regione da sempre sia in prima linea per affrontare questa grave piaga”.

“Come riferito in Giunta  – continua Epis -  con lo scopo di contenere i danni provocati dalla specie, dal 2013 al 2017 è stato autorizzato l’abbattimento di 5.341 cinghiali, avvenuto in attività di controllo, e di 20.105 cinghiali, abbattuti invece in attività venatoria. Per un totale, quindi, di 25.446 esemplari”.

“La grande novità inoltre – aggiunge il Consigliere regionale – riguarda il fatto che le attività di gestione e di controllo del cinghiale, per la prima volta, interesseranno tutto il territorio regionale. Regione Lombardia ha infatti intenzione di attivare opportune azioni per incentivare l’approvazione dei piani di controllo all’interno delle aree naturali protette”.

“L’obiettivo della nostra maggioranza – conclude Epis – rimane quello di tutelare innanzitutto la sicurezza e l’incolumità dei cittadini, perché la vita umana conta sempre e comunque più di ogni ideologia animalista”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136