QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Congresso PATT: accordo tra il senatore Panizza, Marchiori e Giuliani

giovedì, 18 febbraio 2016

Trento – Accordo tra Panizza, Marchiori e Giuliani per un PATT sempre più forte. E’ stato siglato nelle scorse ore il patto tra i tre esponenti di PATT con i seguenti obiettivi: dare forza all’esperienza di governo provinciale, operare per un PATT aperto, con una nuova classe dirigente da far crescere e valorizzare. Un Partito sempre più riferimento di tutti i trentini, che sappia guardare anche al mondo delle liste civiche e alle forme di cittadinanza attiva che operano nel sociale. Per raggiungere, nel 2018, lo storico obiettivo di prima forza della Provincia di Trento.

Marchiori, Panizza, Giuliani 20

È su questi punti che il consigliere Luca Giuliani ha raggiunto un accordo per sostenere Franco Panizza e Simone Marchiori alla segreteria del PATT. Punti politici e programmatici che sono stati illustrati in una conferenza stampa oggi pomeriggio a Trento. 

“La nostra tesi e quella di Luca – hanno detto Panizza e Marchiori – hanno in comune lo spirito costruttivo, l’idea di un Partito che, traendo forza dalla propria storia e dalle proprie radici, sa misurarsi con le sfide del presente.

Oggi per noi la sfida del Governo provinciale va assolutamente vinta. È un’occasione unica, come lo è la Presidenza della Regione e, per i prossimi due anni, anche dell’Euregio.

In particolare della tesi di Giuliani ci convince l’elaborazione programmatica, con tante proposte concrete che stimolano importanti riflessioni e che contribuiscono ad arricchire la nostra tesi, rafforzando il profilo di un PATT come forza di Governo interessata alla crescita e allo sviluppo del territorio”.

IL PROGRAMMA  E LA TESI CONGRESSUALE
Nell’accordo siglato tra Giuliani, Panizza e Marchiori si fa riferimento alla necessità di incentivare l’innovazione e premiare, anche attraverso la leva fiscale, quelle aziende che sono in grado di produrre sviluppo e occasioni di lavoro; il potenziamento della catena di soccorso nella valli e con servizi pensati su criteri territoriali; la messa in rete dell’Università di Trento con le altre dei territori vicini, nella prospettiva di un progetto accademico euroregionale; la proposta di legge dello stesso Giuliani per lo sviluppo produttivo-tecnologico delle PMI attraverso politiche che favoriscano l’internazionalizzazione e il rafforzamento del marchio “Trentino”; la necessità di investimenti sul turismo, le infrastrutture e la mobilità, a cominciare dal completamento del collegamento Rovereto-Riva, con la realizzazione del tunnel Loppio-Busa, l’ampliamento del centro fieristico-congressuale a Riva del Garda, la conclusione della ciclopedonale sul Garda e la valorizzazione della località Tremalzo; l’ipotesi di ripristinare il collegamento ferroviario tra Rovereto e l’Alto Garda; un’attenzione sempre più forte ai temi della sostenibilità e delle tecniche biologiche di produzione, per rilanciare l’immagine di un Trentino rispettoso dell’ambiente e attento alla salute dei consumatori.
Giuliani, da parte sua, ha sottolineato come questo “non può essere il momento della demagogia, della chiacchiera o della protesta. La gente è stanca e guarda solo ai risultati.

L’esperienza di governo del Patt sta dando buoni frutti: un impiego più efficace delle risorse, il piano del trilinguismo per guardare al futuro, l’eliminazione di molti sprechi, una più realistica programmazione degli investimenti pur in un momento difficile per la finanza pubblica. Bisogna continuare lungo questa strada per fare nel 2018 il PATT il primo partito del Trentino. E bisogna farlo nella piena unità di una comunità politica che oggi non merita strappi e lacerazioni, ma che ha bisogno di una guida sicura per affrontare le sfide che ci attendono. Franco Panizza, con l’aiuto di un giovane di valore come Simone Marchiori, è la persona adatta per farlo. Per questo io e tutte le persone che hanno sottoscritto la mia tesi, sosterremo convintamente Panizza per la sua riconferma a segretario del PATT”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136