QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Conferenza Stato-Regioni, il Trentino dà il via libera alle riforme

giovedì, 20 marzo 2014

Roma – Vertice tra Regione e Governo. Un passo avanti per le riforme. Coinvolgere e valorizzare le Regioni nella riforma costituzionale: è quanto ha assicurato oggi a Roma il presidente del Consiglio Matteo Renzi nell’incontro con i governatori, alla presenza di Ugo Rossi (Trento) e Arno Kompatscher (Bolzano)

IL PRESIDENTE ROSSI

“Un incontro positivo sotto il profilo della volontà riformatrice che è emersa, e che ci spinge a laRoma1vorare a tamburo battente per predisporre un testo del Titolo V che sia coerente con gli indirizzi che abbiamo condiviso. Naturalmente ci sono ancora molti nodi da affrontare, e lo faremo di comune accordo, il che è la cosa più importante. Per quanto riguarda il tema che ci interessa più da vicino, cioè la tutela delle autonomie speciali, il documento che è stato consegnato dalle Regioni al capo del Governo contiene un’esplicita previsione della necessità del rispetto degli Statuti speciali. Viene riconosciuto che in questo processo di riforma ci sono alcune realtà che hanno già raggiunto un’autonomia molto avanzata che non può assolutamente essere ridotta. Ci dovremo concentrare in particolare sulla composizione del Senato, in quanto Camera delle Autonomie. Abbiamo chiesto che il ruolo di questa Camera sia di rappresentanza di tutti i territori e che consenta la loro partecipazione ai processi legislativi più importanti”. Questo in sintesi il giudizio espresso dal presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi (a destra nella foto con Arno Kompatscher) al termine dell’incontro dei presidenti delle Regioni e Province autonome con il presidente del Consiglio Matteo Renzi che ha avuto luogo  a Roma.

IL PRESIDENTE KOMPATSCHER

“Abbiamo presentato la nostra posizione unitaria e le proposte di modifica, che saranno esaminate dal Governo in tempi brevissimi, compresa l’indicazione di preservare il livello delle autonomie speciali”, commenta dopo il vertice il presidente della Provincia Arno Kompatscher. Il presidente Kompatscher con il premier Renzi dopo l’incontro a Palazzo Chigi.  È durato circa un’ora e mezza l’incontro a Palazzo Chigi tra i Presidenti delle Regioni e la delegazione di Governo. Oltre al premier Matteo Renzi, hanno partecipato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio, il ministro per gli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta e il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi. Renzi ha presentato ai governatori le linee guida della bozza di riforma costituzionale elaborata dal Governo sulla revisione del Titolo V (che regola il rapporto tra Stato e Regioni) e sul nuovo Senato (destinato a diventare una Camera delle autonomie) e ha ribadito l’impegno a coinvolgere le Regioni in questo processo e a valorizzarne il ruolo. Il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani ha illustrato in sintesi il documento unitario con le proposte di modifica chieste dalle Regioni. “E nel suo intervento – spiega Kompatscher – ha fatto un chiaro riferimento anche al livello delle autonomie speciali e all’esigenza di non ridurre le attuali competenze.” In concreto si chiede di prevedere, come già aveva fatto la riforma del 2001, una clausola di maggior favore secondo cui le nuove disposizioni si applicano anche alle autonomie speciali solo per le parti in cui prevedono forme di autonomia più ampie rispetto a quelle già attribuite dallo Statuto. ”Renzi intende arrivare a una versione finale in tempi rapidi e ha incaricato il ministro Boschi di approfondire nel giro di qualche giorno con una delegazione ristretta delle Regioni le controproposte del documento politico condiviso dai Presidenti”, aggiunge Kompatscher. Inoltre il premier ha annunciato alle Regioni che “chiederà a Bruxelles che gli investimenti dei fondi strutturali UE vengano esclusi dai vincoli posti dal Patto di stabilità, liberando risorse importanti”, ha concluso Kompatscher, che ha poi consegnato al sottosegretario Delrio un pacchetto di proposte in tema di semplificazione e riduzione della burocrazia in alcuni settori, a cominciare da quello agroalimentare.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136