QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Confcommercio Trentino: Palazzo Unione, al via i lavori per la riqualificazione energetica

venerdì, 17 novembre 2017

Trento – È stato presentato il progetto per la riqualificazione dell’edificio che ospita la sede di Confcommercio Trentino. L’intervento, che riguarda l’intero edificio, modificherà in maniera significativa un landmark architettonico costituito dal palazzo Unione che da oltre trent’anni caratterizza la zona immediatamente a nord del centro del capoluogo.

bortAlla conferenza stampa di presentazione del progetto erano presenti il sindaco di Trento Alessandro Andreatta, il presidente di Confcommercio Trentino Giovanni Bort ed i progettisti dello studio Evenstudio di Trento.

Il presidente Giovanni Bort ha voluto ricordare, in apertura, la nascita dell’edificio che ospita la sede dell’Unione: «Ormai 25 anni fa la sede di Confcommercio Trentino nasceva in via dei Solteri, in una zona scarsamente edificata. Nel tempo, tuttavia, la zona si è trasformata ed ora, anche per la sede di Confcommercio, è tempo di cambiamento. Anche in questo modo – ha affermato Bort –  Confcommercio vuole esserci per migliorare la produttività e l’efficienza del nostro territorio ma anche la qualità estetica del paesaggio».

La presenza del sindaco di Trento Alessandro Andreatta è stata fortemente voluta dal presidente Bort che ha colto l’occasione di ringraziarlo per gli sforzi intrapresi in questi anni per una Trento sempre più vivibile, più sicura, più adatta alla ricettività turistica ed allo sviluppo delle attività economiche e culturali.

Andreatta ha descritto con passione l’intenso rapporto di dialogo sempre mantenuto nel corso degli anni con Confcommercio, “la casa del terziario”.  «Un dialogo – ha detto il primo cittadino – che non poteva prescindere dal tema della riqualificazione urbana. Funzionalità, eco-compatibilità, smartness e bellezza saranno le caratteristiche principali del nuovo edificio, ma anche riduzione dei consumi, ampliamento delle aree verdi e incentivazione all’uso di energia verde: la riqualificazione di un edificio della città di Trento non è che un tassello di un’idea più grande». Per questo, Andreatta l’ha definita “un’operazione nel pieno solco di quello che la città è, ma anche di quello che vuole diventare”.

Mattia Forti, dello studio Evenstudio, ha presentato il progetto di riqualificazione che prevede il rifacimento completo dei lati del palazzo, con la sostituzione delle finestre per migliorarne l’efficienza termica ed energetica. Saranno inoltre installati, sulla copertura dell’ultimo piano, 80 mq di pannelli solari che contribuiranno ad elevare l’autosufficienza energetica. Per il piano terra, invece, sono previsti interventi radicali che interesseranno anche l’area circostante l’edificio. Sarà infatti ampliata e completamente ristrutturata la zona d’ingresso del palazzo, con il rifacimento dell’Auditorium Unione e la creazione di nuovi spazi dedicati all’incontro e alla “vita” associativa.

I lavori, una volta espletato l’iter burocratico, dovrebbero partire nei primi mesi del 2018 per concludersi entro l’anno. L’importo complessivo dell’intervento è di circa 2,5 milioni di euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136