QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Conclusi i lavori di manutenzione e potenziamento infrastrutturale sulla linea ferroviaria Valsugana

mercoledì, 17 settembre 2014

Valsugana - Sono stati completati nei tempi previsti tutti i lavori di manutenzione e potenziamento infrastrutturale sul tratto Trento – Primolano della linea ferroviaria Trento – Venezia, “Valsugana”. Durante l’interruzione estiva infatti – in meno di un mese e mezzo, dal 28 luglio al 9 settembre – sono stati eseguiti importanti interventi per il miglioramento delle prestazioni della linea e per assicurare il mantenimento degli elevati standard di sicurezza, affidabilità degli impianti e regolarità del servizio.treni binari

Le opere sono state finanziate dalla Provincia autonoma di Trento, nell’ambito della Convenzione del 18 settembre 1998 con Ferrovie dello Stato S.p.A. e successivo 3° atto aggiuntivo del 14 gennaio 2008 “per la realizzazione di interventi sul territorio provinciale relativi alla tratta ferroviaria Trento – Primolano della ferrovia Valsugana”.

In particolare si è provveduto a consolidare la galleria San Rocco, con il contestuale rifacimento delle opere idrauliche e il rinnovo totale dei binari. Nell’ottica di una velocizzazione complessiva della linea sono state modificate alcune curve, sostituite le rotaie nei tratti Calceranica-San Cristoforo, Pergine-Povo Mesiano-Villazzano, sostituite le traversine a Calceranica e Roncegno, risanata la piattaforma ferroviaria tra le fermate di Santa Chiara e San Bartolameo. Anche la rete di trasmissione dati, indispensabile per garantire la continuità dell’esercizio ferroviario, è stata completamente rinnovata.

Lungo tutta la linea sono stati posati nuovi cunicoli e una nuova dorsale a fibra ottica. In entrambe le stazioni di Roncegno e Caldonazzo sono stati completamente rinnovati i binari, costruiti due marciapiedi – uno a servizio del primo e l’altro del secondo binario – alti 55 cm per consentire un accesso più agevole ai treni.

Sono stati realizzati: un sottopasso pedonale – servito da scale e ascensori – per il collegamento tra il primo e il secondo marciapiede, due nuove pensiline e un attraversamento a raso dei binari lato Trento.

Inoltre, nella stazione di Caldonazzo è stato predisposto un parcheggio a nord della linea ferroviaria, collegato al secondo marciapiede con un sistema di rampe e scale.

Sono stati sistemati anche i marciapiedi di Borgo Valsugana Centro e Grigno. Infine, si è provveduto al taglio della vegetazione e alla pulizia delle canaline di scolo. RFI ha impiegato proprio personale per un totale di 400 giornate lavorative.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136