QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Conclusa l’ottava edizione di ‘DiVin ottobre’: grande successo in tutto il Trentino

martedì, 28 ottobre 2014

Trento – Si è chiuso domenica 26 ottobre il ricco calendario di appuntamenti enogastronomici targato “DiVin Ottobre” che ha coinvolto centinaia di persone in varie località del Trentino nei quattro weekend del mese di ottobre.Enoteca Autunno Divino 2 - web

14 iniziative tra Riva del Garda, Piscine di Sover, Albiano, Besenello, Ala, Martignano, Lavis, Centa San Nicolò, Aldeno, Faedo, Castione di Brentonico e Cembra che hanno registrato una straordinaria affluenza di pubblico, segnando il “tutto esaurito” in diverse occasioni.

“È il caso di Street Food in Lavis – dichiara Corrado Paoli, produttore di salumi dell’azienda Arturo Paoli Alimentari – dove non aspettavamo di raggiungere il picco massimo di presenze previste, ovvero 200 persone. L’accoppiata tra proposte eno-gastronomiche del territorio, declinate sia per vegetariani che non, con la musica anni 80 e 90 si è rivelata una formula vincente che ha fatto divertire fino alle 2 del mattino.”

Dello stesso parere Paolo Malfer dell’Azienda Vinicola Del Revì, protagonista dell’evento Tra Bollicine ed Alambicchi…il canto d’autunno insieme all’Antica Erboristeria Cappelletti: “Tutto è andato molto bene e gli oltre 60 ospiti intervenuti hanno gradito sia le degustazioni del nostro Trentodoc sia il concerto del Coro Tre Cime di Cimone, che si è esibito in cantina rendendo il tutto più magico e suggestivo, ma anche la degustazione di polenta carbonera, che non tutti conoscevano, preparata dall’Associazione Tutela della Valorizzazione della Farina della Valsugana”.

Gran finale, lo scorso fine settimana, con la Festa della Castagna di Brentonico dove hanno partecipato centina di persone, attirate dalle specialità a base di castagne ma anche dalle visite al castagneto e dai vignettisti de “La castagna del sorriso”; con Caneve Aperte di Cembra che ha registrato ben 600 presenze, con molti ospiti provenienti anche da fuori regione; Mondo Merlot ad Aldeno, che si conferma la rassegna più importante e prestigiosa dedicata a questo vino; e il particolarissimo Agricultura al Maso Rosabel di Sorni di Lavis dove un duo sax ha regalato agli ospiti un inedito viaggio tra musica e sapori tipici della tradizione locale.

“Siamo davvero soddisfatti – ha dichiarato Francesco Antoniolli, presidente della Strada del Vino e dei Sapori – della risposta positiva del pubblico, segno evidente che il mondo dell’enogastronomia e la valorizzazione dei prodotti tipici sono elementi di grande attrattiva per la gente. Un grazie va a tutti coloro che hanno reso possibile la buona riuscita di questi appuntamenti: oltre ai produttori, alle associazioni e ai professionisti del settore va assolutamente citata anche quella grande macchina del volontariato fatta di uomini e donne che amano il proprio territorio e che con il loro impegno contribuiscono a renderlo ancora più bello”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136