QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Cles, inaugurata la nuova struttura residenziale ‘Santa Maria’

domenica, 9 giugno 2013

Cles- Nuova struttura residenziale nel paese trentino della Val di Non: è stata inaugurata oggi, dall’assessore provinciale alla salute e politiche sociali Ugo Rossi, la “Santa Maria” di Cles, complesso moderno e funzionale che dispone di 133 posti letto.L’inaugurazione è arrivata al termine di un iter di ristrutturazione generale e di ampliamento funzionale che ha riunito diversi progetti, dal costo totale di 11,9 milioni di euro, finanziato dalla Provincia autonoma di Trento.casa riposo

“La sfida che abbiamo di fronte nel prossimo futuro sarà quella dell’invecchiamento della popolazione – ha commentato l’assessore provinciale Rossi -. Ci siamo già attrezzati con una legge che tutela le persone non autosufficienti proprio con l’obiettivo di offrire agli anziani e a chiunque sia colpito da una disabilità di poter godere di un’assistenza integrata. Quella di Cles è una struttura residenziale  in grado di accogliere i nostri anziani con tutti i comfort”.

L’assessore ha rivolto i suoi ringraziamenti al consiglio di amministrazione uscente, guidato dalla presidente Nadia Rampin: “In questi dieci anni ha migliorato la qualità della struttura e le cure, portando avanti al contempo una politica di contenimento dei costi”.
Alla cerimonia erano presenti anche il sindaco di Cles Maria Pia Flaim, il presidente della Comunità Valle di Sole Alessio Migazzi e l’arcivescovo di Trento, monsignor Luigi Bressan, che ha celebrato la funzione religiosa.
Nel corso della cerimonia, segnata dalla pioggia, la presidente dell’APSP Nadia Rampin ha colto l’occasione per tirare le somme dei suoi dieci anni di presidenza.

Il primo progetto ha visto la ristrutturazione e l’ampliamento dell’edificio per dare nuovo spazio utile, operare adeguamenti normativi sia strutturali che impiantistici, apportare delle migliorie al sistema funzionale dei servizi e delle attività e operare delle sistemazioni esterne. I lavori, appaltati da Itea, per conto dell’APSP “Santa Maria”, sono stati consegnati nel giugno 2008. Per l’anno 2013 la retta alberghiera a carico dell’ospite è pari a 43 euro, inferiore rispetto alla media provinciale di 45,37 euro, ed è rimasta invariata rispetto all’anno precedente.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136