Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Civo, spunta l’idea dell’unità pastorale con Morbegno

mercoledì, 16 gennaio 2019

Civo – Il paese della bassa Valtellina è ancora senza parroco. In queste settimane Civo (Sondrio), dopo lo scontro con i fedeli da parte di don Riccardo Vaninetti, le funzioni religiose sono affidate alla comunità di Morbegno e il vicario episcopale don Corrado Necchi ha chiesto la collaborazione ad un gruppo di fedeli di Civo.

Attualmente le funzioni domenicali sono affidate a un sacerdote in pensione, don Luciano Lanfranchi di Morbegno, mentre la diocesi di Como che sovrintende anche alla Valtellina, punta a creare un’unica unità pastorale includendo appunto Civo. Da inizio dicembre a oggi la gestione delle celebrazioni religiose è avvenuta nel migliore dei modi, pur in una fase di emergenza per le “dimissioni” del parroco. Le prossime settimane saranno decisive per il ritorno a Civo di un sacerdote in pianta stabile.

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136