QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Circonvallazione di Brunico, inaugurata la nuova uscita per il centro

venerdì, 8 settembre 2017

Brunico – “Grazie alla nuova uscita per il centro potrà essere sensibilmente ridotto il traffico veicolare, attraverso Brunico, in direzione di Riscone e Plan de Corones ,con un notevole miglioramento della viabilità cittadina”. brunicoCon queste parole il presidente della Provincia, Arno Kompatscher e l’assessore alla mobilità, Florian Mussner, hanno inaugurato la nuova uscita della circonvallazione di Brunico che, ha aggiunto il presidente Kompatscher, “s’inserisce in un progetto complessivo della mobilità altoatesina che mira ad uno sviluppo intelligente della rete proiettato verso le esigenze del futuro. Nel contempo i nostri sforzi si orientano anche allo sviluppo di mezzi di trasporto alternativi e sostenibili, della rete a banda larga ed alla realizzazione di opportunità abitative, servizi e lavoro su tutto il territorio provinciale allo scopo di ridurre il traffico complessivo” (Foto USP/rc).

In quest’ambito si inquadrano, ad esempio, la variante della Val di Riga, la bretella ferroviaria che connetterà direttamente la ferrovia della Pusteria con la tratta del Brennero evitando il cambio di treno a Fortezza, il centro per la mobilità di Brunico, i progetti delle circonvallazioni di Chienes e di Perca. Grazie alla nuova uscita di Brunico centro, frutto anche delle indicazioni fornite ai progettisti dalla popolazione e dai rappresentanti del Comune, sarà ora possibile decongestionare il traffico in direzione di Riscone e di Plan de Corones con un sensibile miglioramento della qualità della vita nell’intera zona. Un concetto, quest’ultimo, sottolineato anche dal sindaco di Brunico, Roland Griessmair, il quale ha posto l’accento sul “forte traffico pendolare che caratterizza la zona per il quale il Comune ha in cantiere ulteriori misure, come il già citato centro per la mobilità”.

Lo svincolo, che ha una lunghezza complessiva di 680 metri, si sviluppa tra l’imbocco est della galleria ed il ponte sulla Rienza, la bretella di collegamento sovrappassa la circonvallazione, resta sul ciglio boscoso che dai prati di Riscone scende verso il Rio Riscone e da qui si allaccia alla strada provinciale con una rotonda (diametro di 36 metri), permettendo un rapido collegamento sia al centro di Brunico che alla zona turistica di Plan de Corones. Il nuovo cavalcavia sulla statale della Val Pusteria ha una “luce” di 30,4 metri ed è costituito da travi in acciaio ed una soletta in cemento armato. Sono state realizzate altre due opere in calcestruzzo, un “trombone” sul Rio Riscone lungo quasi 46 metri e un sottopasso pedo-ciclabile lungo circa 15 metri largo 3 metri. Il progetto è stato realizzato dalle imprese Oberosler, Ploner e Niederwieser Bau, il costo complessivo dell’opera ammonta a 7,2 milioni di euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136