QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cina: Olimpiadi 2022, un’opportunità per il Trentino

mercoledì, 17 maggio 2017

Trento – Una cornice prestigiosa come il summit One belt, on road di Pechino, con la partecipazione di 29 fra capi di stato e di governo, istituzioni multilaterali e imprese da tutto il mondo, e la presenza del presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni, accompagnato dal sottosegretario per il commercio internazionale e l’attrazione degli investimenti Ivan Scalfarotto: è in questo contesto che si è svolta la missione del presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi e del vicepresidente di Trentino sviluppo Fulvio Rigotti in Cina, finalizzata a firmare un importante accordo con Beijing Enterprise Group – colosso cinese con numerose società quotate in borsa attive in settori come edilizia, gas, energie rinnovabili e grandi opere – e Molin sport – rappresentante degli investitori pubblici per i Giochi Olimpici invernali Beijing 2022 e titolare del mandato a individuare partner competenti per la progettazione e pianificazione degli allestimenti e delle opere necessarie. rossiL’accordo, siglato presso l’ambasciata italiana, impegna il Trentino a sviluppare una strutturata cooperazione con la Cina per lo scambio tecnologico, industriale e di trasferimento di know how, finalizzata alla progettazione, realizzazione e gestione delle opere previste nel sito di Yanqing e altri due ski resort di nuova costruzione.

Il Trentino può mettere in campo quindi le sue competenze e la sua esperienza in tutti gli ambiti interessati: progettazione, realizzazione di impianti, know how e formazione. Trentino sviluppo rappresenterà e coinvolgerà l’intera filiera delle tecnologie, delle imprese e e delle competenze trentine sugli sport invernali. Una partita di grandissimo interesse, in un paese che rappresenta un mercato in enorme espansione.

La prospettiva di lavoro è focalizzata in particolare sulla realizzazione e gestione di tre aree di sky-resort. “Consideriamo questa firma come un primo importante passaggio per valorizzare il Trentino tanto sul piano economico e tecnologico che su quello dell’attrazione dei nuovi turisti cinesi – sottolinea il presidente Rossi – . Va tenuto presente infatti che portare la nostra competenza alle Olimpiadi invernali del 2022 significa anche mostrare cosa il Trentino sia in grado di fare in questo ambito in un paese dove, solo nei prossimi 10 anni, sono previsti 12 milioni di nuovi sciatori, parte dei quali potenziali turisti. Si tratta di una straordinaria opportunità, per noi, di lavorare con una delle aree più importanti al mondo sia sul piano economico che geopolitico, come dimostra il successo del summit di Pechino”.

L’accordo siglato da Rossi e Rigotti con il chairman del Beijing Enterprise Group Qian Xu e il presidente di Molin Sport Yamo Yang, riconosce anche alla Trentino Sviluppo il ruolo di coordinatore e capo cordata delle competenze dell’Arco Alpino nel campo delle tecnologie e dell’industria collegata agli sport invernali e si impegna a redigere un documento tecnico volto a qualificare le principali aree di collaborazione e di coinvolgimento delle filiere d’imprese trentina e dell’arco alpino europeo in relazione a questo incarico.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136