QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Chiusura uffici postali, interrogazione al Ministro Sviluppo Economico del senatore Panizza (Patt)

venerdì, 13 febbraio 2015

Trento – Chiusura uffici postali, il senatore Franco Panizza (Patt) presenta interrogazione urgente al Ministro per lo sviluppo economico. ”Ho presentato un’interrogazione urgente al Ministro per lo Sviluppo Economico per conoscere la situazione delle chiusure degli uffici postali in Trentino e nelle zone di montagna. Una vicenda che, con il Gruppo interparlamentare per lo Sviluppo della Montagna, stiamo seguendo già da diversi mesi e sulla quale avevamo già espFranco Panizza 1resso tutta la nostra preoccupazione, chiedendo interventi e criteri che non penalizzassero i territori a media o bassa densità abitativa come il nostro”.

Lo spiega il segretario politico del PATT e vicepresidente del Gruppo interparlamentare per lo Sviluppo per la Montagna, senatore Franco Panizza. ”Il piano di razionalizzazione degli uffici postali, in questo momento, sembra non tenere conto delle specificit à di territori come quelli montuosi. La chiusura degli uffici in queste zone rischia di rendere i loro abitanti, cittadini di serie B con consegne e possibilità d’accesso ai servizi nettamente inferiori rispetto a quelli di altre zone d’Italia.

Non dimentichiamoci – insiste Panizza – che parliamo di servizi in qualche modo dirimenti anche per lo sviluppo di un territorio: si arrecherebbe non solo un disagio, ma un vero e proprio danno se dovessero chiudere uffici postali, solo per citare i più recenti, come quelli di Bolognano nel comune di Arco e di Marco e Borgo Sacco nel comune di Rovereto.

Per questa ragione ho chiesto al Ministro informazioni non solo su queste situazioni ma sull’intero territorio provinciale. Il nostro auspicio è che, nel piano di razionalizzazione, vengano rivisti i criteri a tutela delle zone a bassa densità abitativa, affinché ci sia una tutela effettiva e concreta soprattutto per i territori di montagna”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136